Cappuccetto Rosso al Teatro del Torrino

La prima volta a teatro è stata al teatro San Carlino dove abbiamo visto Il Carnvale degli Animali.

Filippo non era rimasto troppo coinvolto, forse era piccolo o lo spettacolo non adatto.

Domenica siamo stati al Teatro del Torrino, un teatro molto carino che ha messo in scena uno spettacolo molto grazioso e ben organizzato a parte la sala leggermente in salita che non permetteva un’adeguata visuale soprattutto da parte dei bambini. Per ovviare sono organizzati con dei rialzi.

Non ha distolto mai lo sguardo dalla rappresentazione, ha battuto con forza le sue manine quando le luci si spegnevano e il pubblico applaudiva, ha gioito per l’arrivo del lupo e si è preoccupato quando il lupo ha mangiato la nonna e Cappuccetto Rosso. Insomma dire che come esperienza è stata molto positiva.

E qualche settimana dopo siamo tornati a vedere Pinocchio.

Filippo conosce la storia solo per averla letta sul libro La Filastrocca di Pinocchio di Rodari, una versione a puntate della storia, con tantissimi episodi (alcuni dei quali inventati rispetto alla storia originale). Difficilmente la leggiamo tutta, ma penso che ormai si sia fatto un’idea della storia. E’ molto affascinato dal personaggio, lungi dal fare riflessioni del tipo “non obbedisce al papà” o “dice le bugie”, che sono aspetti fuori dalla nostra portata, né penso abbia capito granché della questione “il gatto e la volpe”, pur essendo molto attento ai due loschi figuri. Insomma Pinocchio ci è simpatico e basta. Lo spettacolo, metteva in scena molti episodi della storia (peccato non quello di Pinocchio che prende il posto del cane Menelao, che è uno dei preferiti di Filippo), molti dialoghi e meno canzoni rispetto a Cappuccetto Rosso.
Non l’ha seguito con lo stesso rapimento con cui aveva visto domenica scorsa Cappuccetto Rosso, ma gli è piaciuto comunque. Forse questo spettacolo era un po’ meno alla sua portata, ma ritengo che, anche se non riesce a capire tutto, sia comunque bello per lui avere queste occasioni per mettere in moto il suo cervellino. E poi è bellissimo vederlo ballare quando ci sono le canzoncine o vedere con che trasporto batte la manine. Cose che a quest’età sono più spontanee e sentite… Nel complesso, una bella esperienza.

Il teatro del Torrino ha un parchetto intorno dove i bambini possono giocare un po’ dopo lo spettacolo

Sono molto contenta che il mio piccolo apprezzi, mi fa piacere per lui e mi sprona a cercare sempre nuovi stimoli e nuove emozioni da offrirgli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *