Gli Aristogatti

Il suo amore per questi specialissimi gatti, è iniziato sfogliandone il libro: si soffermava sulla pagina che illustrava la serata jazz e ballava o simulava la chitarra o il contrabasso o la tromba. Così prima abbiamo imparato tutti i nomi degli strumenti e poi vedendo com’era preso, mi sono decisa a farmi prestare il dvd da un collega. Aveva 18 mesi. Ovviamente il DVD non ha deluso le aspettative, anzi.. per un po’ di giorni casa stesso e volentieri si sentiva dire “Mamma tatti”.
E così accendevamo il nostro televisore e ci guardavamo a richiesta la sequenza di “Napoleone e LaFayette” oppure il “Tutti vogliono ballare il jazz” oppure se ci diceva bene ce lo guardavamo tutto. La sua passione per questi gatti non è mai tramontata. Ogni tanto chiede di vederlo e devo ammettere che anche io e il papi lo vediamo volentieri, Romeo è troppo simpatico!
Molte altre volte si accontenta di guardarsi il libro tratto dal film. 
E la visione non è passiva, o meglio sembra passiva ma mentre guarda, il suo cervellino lavora, elabora, immagazzina e alla prima occasione… imita Romeo o il passo delle oche, ma soprattutto qualsiasi oggetto può diventare un piano, una tromba, un organetto, un contrabbasso..
E’ meraviglioso vederlo girare per casa con questi “strumenti” mentre ondeggia ballando il suo jazz…
Sono tentata di comprargli qualche strumento, ma penso che non sarebbe lo stesso.
Ha una specie di piano su un tavolo delle attività della chicco, ma quando lo suona non lo vedo troppo entusiasta, forse sarà perché con questo strumento vero, non riesce a suonare il jazz?


P.S.: Io sono fondamentalmente contraria all’uso della TV come intrattenimento per i bambini, specie così piccoli. La accendiamo solo occasionalmente per vedere alcuni selezionati DVD: gli Aristogatti, appunto, il libro della Giungla, qualche DVD della serie Baby Einstein, qualche DVD de La casa di Topolino. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *