Le prime letture

Abbiamo iniziato con i morbidi libri in stoffa, i Tocca e Senti, e i libri coi buchi:

Guarda c’è un buco, il più apprezzato della collezione “libri coi buchi”, di cui abbiamo anche:

Se volete fare un regalo ad un bambino piccolo i libri coi buchi sono pratici, maneggevoli, mangiabili, sfogliabili, strappabili… I bambini li adoreranno!

Guarda c’è un buco racconta del gatto Amleto che osserva una serie di strani buchi via via sempre più piccoli in un decrescendo che è un crescendo di suspense fino alla scena finale, bellissima, divertentissima, da rivedere mille volte sempre con lo stesso impatto di sorpresa e divertimento!
Il più bello!
A Filippo è sempre piaciuto sfogliare i libri, con o senza di me (forse perché il suo primo libro l’ha avuto a 6 mesi…), ma forse con questa versione de’ Il brutto Anatroccolo che è iniziata davvero la fase dell’ascolto delle favole.
All’inizio ho lasciato che lo usasse da solo, schiacciando a caso i tasti a ripetizione, a volte tante tante ripetizioni della stessa frase “Giunse a uno stagno dove nuotavano cigni meravigliosi.. bla bla” (inutile dire che la so tutta!). Poi gradualmente col mio aiuto abbiamo iniziato ad ascoltarla in ordine.
Poi è arrivato 200 Storie di Animali

Lo abbiamo letto per molti mesi prima di andare a dormire: le storie sono molto brevi, le illustrazioni abbondano in ogni pagina e questo mantiene viva l’attenzione anche in bimbi molto piccoli. (intorno ad un anno di età)
Anche se non sempre capiva tutto, Filippo aveva già le sue storie preferite.

8 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *