La cucina ad un maschio!?!?!

E’ stata una delle mattinate più belle di questo 2011 quella passata a montare il regalo di Babbo Natale di zia L.. La cara di zia L. non si è arresa ai pregiudizi che l‘avevano fermata in occasione del compleanno e questa volta ha trovato il coraggio per fare a Filippo questa sorpresona!

E’ stato bellissimo vedere i miei uomini intenti ad assemblare i vari pezzi armati di pazienza, cacciavite e martello.
Filippo era così emozionato man mano che la cucina prendeva forma e così entusiasta di poter prendere parte alla cosa.
Ed eccola qui, pronta: la nostra cucinetta!
Appena finito di montarla abbiamo cercato il modo più efficace per riporre le sue pentoline, gli attrezzi del mestiere e gli alimenti di feltro, homemade e made in ikea. 

Adesso ogni tanto ci invita a cena e una volta l’ho sorpreso che cucinava per il suo orsetto. Che dolce! Questo gioco simbolico, che credo sia molto comune tra i bambini, lo aiuta a tirar fuori un lato di sé, dolce, premuroso, concentrato.

E’ un vero peccato che tutto questo sembri strano.

Io penso che i bambini debbano essere sempre e comunque incoraggiati nei loro interessi, credo che più attività sperimentano, più hanno la possibilità di capire cosa è più incline alla loro natura.

Vorrei potergli dare tutte le possibilità del mondo per praticare sport, fare viaggi, vivere avventure che lo aiutino a conoscersi meglio e a decidere cosa vuole dalla vita.

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *