San Martino

La ne…bbia agli itti colli
piovviginando ssss… sale
sotto il maettlale
… ulla e biaccheggia male


ma… per le vie de bboddo
dal ribollir de’ … tini
va l’aspro odor de’… vini
l’anime a ralle… glal


gira su… ceppi accesi
lo… ppiedo scoppiettato
sta il … cacciatore fischiando
sull’uscio a… rimilal


tra le rossastre… nubi
stormi di… uccelli neri
com’esuli… pensieri
sul vespero… migrar



in nero io, in rosso il mio piccoletto.
Sabato mattina, nel tragitto in macchina da casa alla piscina, mi è venuta in mente sta poesia e ho iniziato a dirla stimolandolo a ripetere con me..  Fantastico!


“chi impara a memoria e prende appunti riesce meglio non solo a ricordare le informazioni apprese, ma anche a ordinarle poi autonomamente secondo logica. Insomma, aiuta a sviluppare le capacità cerebrali, e indirettamente anche a essere meno dipendenti dai computer. “
da Repubblica, 24 gennaio 2011, La scienza riscopre poesie e tabelline“, 


9 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *