Varicella e bambini piccoli: istruzioni per l’uso

Quando i bimbi stanno male e bisogna tenerseli a casa, sembra che il tempo non passi mai, se poi prendono una di quelle insopportabili malattie esantematiche, è davvero, la fine! Sono lagnosi, poveri piccoli cuccioli, sentono fastidio, si sentono deboli, bisognosi di coccole e attenzioni. Ma non sempre questo basta…
E allora ecco qualche consiglio utile…
1. PAZIENZA: predisponetevi ad una incommensurabile amorevole pazienza, se anche non vi fosse connaturata o non vi sgorghi spontaneamente quando gli occhietti del vostro cucciolo si socchiudono e lui continua a ripetere “mamma sto male” come solo un essere umano di sesso maschile sa fare, frugate dentro voi stesse e tiratela fuori, dopo passata la tempesta, vi sfogherete su qualche altro essere umano interno alla famiglia, tipicamente marito lagnoso anche lui per l’influenza.
2. INVENTIVA: spiegare ad un bambino di 2 anni e mezzo che non deve toccare le bollicine e aspettarsi che lui non le tocchi è folle, tenere le sue mani e soprattutto i suoi pensieri impegnati diventa lo scopo della vostra vita per tutta la durata della fase acuta. Perciò, fate i pagliacci, tirate fuori l’artiglieria pesante tipo cose che di solito sono proibite, vedi bolle di sapone in casa, inventatevi un urgente trasferimento di mattoncini di legno da caricare con la ruspa sul camion destinazione l’adiacente tappeto sul quale costruirete la città di mattoncini che lui bitterà giù più e più volte.
3. DIMENTICATE I BAMBINI POVERI E DIMENTICATE LE SANE ABITUDINI ALIMENTARI: Preparerete ogni sorta di leccornia che sapete essere preferita o ambita da vostro bambino e quando non finirà su pavimento, finirà di certo nel secchio della spazzatura con buona pace di tutti i bambini che cibo non hanno di che sfamarsi. In questi giorni vi piegherete a qualsiasi richiesta, anzi, di più sarete voi a supplicarlo di mangiare qualsiasi cosa comprese cioccolatini kinder lasciati a voi dalla befana nella sua tradizionale visita del 6 gennaio. E correrete con entusiasmo in cucina quando alle tre di notte vi chiederà una spremuta d’arancia!
4. DIMENTICATE LE PRESCRIZIONI SU QUANTO TEMPO I BAMBINI POSSONO PASSARE DAVANTI ALLA TV: La TV sarà la vostra migliore amica, rivedere per 3-4-5 volte di seguito lo stesso DVD Disney avrà per voi il fascino di un bagno caldo con musica di sottofondo, si perché quelli saranno gli unici momenti in cui potrete evitare di ripetere “non toccare”, “amore, dai quella bollicina no” “lascia stare quella bollicina” “amore, ti ricordi che se non le tocchi, vanno via prima” , ecc.. ecc… ecc…
New entry per noi, ma ormai li conosciamo a memoria:

 

Ma nei momenti veramente difficili, la scelta è caduta sugli adorati gatti, una certezza, un componente della famiglia: gli Aristogatti!

 

8 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *