Disney Tour – controcorrente

Ieri ho letto i post di Twins(bi)mamma e di Micaela a proposito del Disney Tour di Ostia e mi dispiace scrivere un post controcorrente, ma devo dire che la cosa non era esattamente a misura di bambino.
Cosa ci aspettavamo?
(Lo so non è mai giusto avere delle aspettative perché rischiano sempre di essere deluse, ma come fai a fermare la fantasia di un piccolino di 3 anni?)

  • Topolino, Manny o qualunque altro personaggio in carne e ossa
  • Ballettopolo da ballare
  • la casa di topolino con il tetto con le orecchie

Cosa abbiamo trovato?

  • Nessun personaggio
  • Casette piccolissime attaccate l’una all’altra
  • File per accedere a qualunque gioco
  • I giochi da fare a tempo di record per poi essere salutati con “ok, grazie ora tocca agli altri”
L’unico spazio vivibile era lo spazio disegno, ma per quanto a Filippo piaccia disegnare, non siamo certo andati lì per quello…
Ecco, quello che penso io è che se si organizza qualcosa per i bambini, bisogna che sia a misura di bambino.
Bisogna che il bambino possa coi suoi tempi, capire come funziona il gioco e giocare finché ne ha voglia o almeno per 10 min di seguito senza che tocchi subito ad un altro.
Bisogna che non debbano fare la fila ammassati l’uno all’altro.
Detto questo, sono d’accordo con Micaela quando dice ben vengano iniziative del genere per i bambini, ma non sono d’accordo quando dice “meglio di niente”. Scusami Micky, ma penso che i nostri bambini meritino di più!
Penso che di file ne fanno già abbastanza… tipo oggi io devo andare dal medico e lui dovrà starsene buono buono a far la fila con me. Quando si organizza qualcosa per i bambini deve essere organizzata rispettando i bambini, i loro tempi, la loro esigenza di movimento. Ben vengano queste iniziative, ma la prossima volta, pensate ai bambini!
Detto questo, Filippo si è comunque divertito, perché i bambini si adattano a tutto e questo mi rincuora da una parte e mi intristisce dall’altra…

5 Comments

  • Anonymous ha detto:

    fa sempre piecere leggere diversi pareri! Concordo con il fatto che se deve essere un gioco, ok alle regole, ma non alle costrizioni!!
    Io stavo pensando di andare all’autodromo di Monza che c’è una rassegna x i bimbi ma sono ancora indecisa…Davide non è un bimbo molto paziente e non vorrei che risulti una stancata x tutti e non un pomeriggio di divertimento…visto il bel tempo…forse è meglio la piscina…baci mami

  • Anonymous ha detto:

    Concordo in pieno! Solo che ho visto le cose dall’ottica delle bimbe: ho visto che si son divertite, tutto sommato non abbiamo fatto file, perchè i giochi che richiedevano troppa attesa li abbiamo saltati a piè pari, visto poi che non mostravano particolare voglia di farli a tutti i costi, prelidigendo quelli in cui non c’era molto da aspettare… ed effettivamente il fatto di doversi accontentare, non è una bella prospettiva…
    Micaela (oggi non riesco ad inserire i commenti!!!)

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @mami: beh, spero che sia organizzato bene!
    @Micaela: loro si adattano, ma io non posso fare a meno di dispiacermi perché poteva essere meglio!

  • R ha detto:

    in effetti è triste dover dire “meglio di niente”…

  • Apprendista mamma ha detto:

    Io ci vado sabato a Lecce, ci andrò al mattino appena aprono gli stand perché per noi è l’orario migliore. Vi farò sapere se è cambiato qualcosa o se l’organizzazione sarà uguale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *