Due scimmie in cucina by Topipittori

A Michele più di tutto piacciono le scimmie.
Perché le scimmie stanno sempre sugli alberi e ascoltano la musica e mangiano cocomero e banane. E non scendono mai. Scendono solo per fare i dispetti alle giraffe o alle formiche.
A sua sorella le scimmie non piacciono affatto e non crede che siano in grado di fare tutte queste cose.
Ma Michele la convincerà a guardare le cose da un’altra prospettiva: i due fratelli si siedono su un armadietto della cucina e da lì osservano la stanza e i suoi ospiti, il rubinetto del lavello diventa la proboscide di un elefante, una giraffa passeggia per la cucina.. diversi animali si materializzano in cucina. Ma che succede? Succede che si immaginano cose e si può persino arrivare a sentirsi trasformati al punto che se la mamma chiama per la cena «sì mamma, risposero in coro le scimmie e scesero dall’armadietto».
Una metamorfosi che pagina dopo pagina merita di essere vissuta osservata attentamente, apprezzata grazie ai meravigliosi disegni che non si interrompono di pagina in pagina ma seguono un filo conduttore che accompagna i due bambini in questa meravigliosa esperienza di immedesimazione.
Provare per credere!
Due Scimmie in cucina di Giovanna Zoboli e Guido Scarabotto, edito da Topipittori
E se non vi basta la mia presentazione, sentite qui:
Vincitore del Premio Andersen 2007, miglior libro 3-6 anni.
Primo ex aequo nella classifica LiBeR dei dieci migliori libri del 2006
Immagini selezionate alla Biennale di Bratislava 2007.
Inserito nel programma “Leggere per crescere”.
Pubblicato in edizione francese da Editions de la Joie de Lire.

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *