Quando si chiude una parentesi

Ho trovato il coraggio di archiviare un po’ di giochi storici di Filippo, di quando era piccolo e doveva imparare a coordinarsi per incastrare, di quando non sapeva ancora costruire una torre “atta atta” e se la costruivo io, lui si divertiva a buttarla giù…

Ho archiviato una scatola piena di giochi, ma non erano solo pezzi di legno o di cartone, ho achiviato una scatola piena piena di ricordi, piena di momenti passati io e lui aiutandolo e guardandolo crescere con occhi sopresi e innamorati della vita e delle conquiste che via via raggiungeva.

Il mio ometto diventa sempre più grande. gioca molto da solo ed è orientato verso macchinine, strumenti musicali (da sempre una passione), quelli che ha e quelli che inventa, ultimamente ha scoperto i LEGO, un gioco che adoro, ma soprattutto si interessa del mondo intorno a lui.

Io mi trovo in difficoltà perché non riesco a più a giocare con lui come una volta, mi autoescludo un po’ perché mi piace l’idea che se la cavi da solo, un po’ perché faccio fatica a partecipare ad alcuni suoi giochi. E’ tutto normale, vero? E’ che se da un lato sono io che mi auto-escludo dall’altra mi sento esclusa. Non so se sono stata chiara. Lui è diventato così fisico e così indipendente nei suoi giochi, che mi sembra non abbia spazio per me. Forse sbaglio, forse sono io che mi divertivo di più con gli incastri di legno e i cubi cartonati che con le automobiline. Devo rifletterci. Fatto sta che mi mancheranno questi giochi.

A proposito ma che ci trovano di bello sti maschi nello spingere una macchinina su e giù per la stanza?!

17 Comments

  • serenamanontroppo ha detto:

    Anch’io mi sentirei malinconica al pensiero di mettere via una parte di giochi seppur inutilizzati, sono fatta così (e per il momento i giochi restano lì). Vive in me l’eterna contraddizione tra l’orgoglio per la crescita e la tristezza per il tempo che scorre troppo in fretta.
    In ogni caso secondo me stai facendo la cosa giusta, lasciando a Fili il giusto spazio per esprimere la propria creatività, fantasia…però hai ragione che ci troveranno in queste macchinine?

  • regina87 ha detto:

    Io, invece, dico “Sante macchinine!”.
    Sarà che Romeo è un pò più piccolo di Filippo (fa 2 anni a fine Maggio), ma lui mi cerca ancora molto, mi chiama per partecipare ai suoi giochi, a volte, anche solo per starlo a guardare da vicino!
    Quando si mette a giocare da solo con macchinine e Lego ne sono ben felice, almeno così riesco a fare qualcosina in casa. Probabilmente fra qualche mese succederà lo stesso anche a me e mi sentirò esclusa proprio come te, ma, in fondo, io me la prendo anche quando si rifiuta di darmi un bacio….
    Per ora “Viva le macchinine e il loro andare, inutilmente, avanti e indietro”!

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @Sere: L’hai detta proprio bene: “Vive in me l’eterna contraddizione tra l’orgoglio per la crescita e la tristezza per il tempo che scorre troppo in fretta.” In realtà stavolta non si tratta solo di giochi inutilizzati, questo è già successo in passato, si tratta dei nostri giochi, quelli che abbiamo condiviso e con i quali siamo cresciuti lui e io come mamma…
    @Regina: capisco il tuo punto di vista anche se per me non è mai stato un problema archiviare le faccende domestiche per fare spazio ai nostri giochi, anche perché Fili non è mai stato un bambino mamma-dipendente, anzi. Ha sempre giocato anche da solo, adesso, di più!

  • Micaela ha detto:

    Preferisci stare a vestire e svestire bambole per un pomeriggio intero??? se proprio insisti, vieni a casa nostra…

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @Micaela: si!! certo che si!!! Almeno stai ferma e seduta, mio figlio non sta fermo un secondo!!!

  • vany ha detto:

    anchio devo far questo grande passo..
    si perchè per noi mamme è un grande passo..
    come lo è ogni volta che conservo i suoi vestitini…
    uff..
    ne ho dati un bel pò via.. ma ho ancora la casa piena.. e quelli più cari non ho intenzione di darli via. lo stesso farò con i giochini..
    mio figlio ha 17 mesi e pure lui sta iniziando a giocar con le macchinine e davvero non capisco che ci trovano di divertente

  • Lizzina ha detto:

    Io sono riuscita a mettere via solo i giochi che usava da neonato… ce ne sono ancora molti inutilizzati in giro che sono un po’ restia a mettere via… che nostalgia! Quanto alle macchinine, Tia organizza delle gare popolosissime!

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @Lizzi: e tu partecipi? Hai vissuto anche tu questa fase di distacco o partecipi alle sue gare automobilistiche?

  • Debbie ha detto:

    Ciao, ti capisco e mi fa tenerezza questo post perché pare che fino ad oggi sia stato lui a far giocare te. Per me è lo stesso, a volte mi accorgo che sto giocando da sola mentre lui se ne è già andato da un pezzo…Dai, stringi i denti, la vita è così…li abbiamo messi al mondo per donarli alla vita e non per tenerli sotto la nostra aluccia. Ps: tra un annetto vorrei che queste cose le ricordassi a me perché tra il dire e il fare….ti abbraccio

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @Debbie: che bellissimo commento! Grazie Debbie, ti prometto che sarò qui a ricordartelo!

  • CRI ha detto:

    come ti capisco, non è facile accettare che i figli crescano e che noi ormai non siamo più “indispensabili” come una volta!!!!
    Pensa che tra circa 10 gg arriverà la cameretta nuova dei bambini e svuotando la vecchia ho dovuto anche io archiviare tanti giochi del mio piccolo (6 anni) ma quello che mi ha “commosso” di più è stato eliminare completamente quelli della mia “piccolina” (12 anni) per lasciare posto a PC e stereo!!!!!
    sig sig
    a presto CRI

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @CRI: hai chiuso davvero un capitolo, eh?!
    In bocca al lupo per il resto della storia tutta da scrivere!

  • Twins(bi)mamma ha detto:

    hai fatto benissimo…io devo trovare il tempo…ma adesso che ho sistemato meglio la loro stanzetta ho bisogno di togliere i mega scatoloni ikea trasparenti con tanti giochi che poi alla fine lì chiusi servono a poco…io poi visto che penso di fermarmi ai twins…regalerò ad amici-scuola etc…così godranno altri bimbi baci…

  • Lizzina ha detto:

    Certo che ci gioco! Tia coinvolge spesso me e papà nei suoi giochi.

  • maria ha detto:

    Io ho gia’ fatto questo passo gia’ due volte, ogni volta che ha compiuto l’anno. Ti mette un po’ di tristezza, ma poi godi per lo spazio che riesci a recuperare ed a riempire con i nuovi giochi….
    Marisa e’ una femmina ed e’ sempre stata molto indipendente nei suoi giochi, anche perche’ l’ho voluta abituare io cosi, forse anche per egoismo, o perche’ non avevo il tempo di stare a giocare con lei.
    Ora crescendo pero’ mi ritrovo tutto a mio vantaggio: non si lamenta se non sto sempre con lei, si mette tranquilla a giocare e io faccio altre cose. Quando pero’ si alza e dice “mi aiuta mamma.. ” mi riempie il cuore di gioia, lascio tutto e mi metto a giocare con lei 🙂

  • MammaMoglieDonna ha detto:

    @maria: che tenere! Ci credo!

  • mammamedico ha detto:

    cosa ci trovano ‘ sti maschi nelle macchinine? Bo’…visto che il mio nano non ci ha mai giocato un gran che. in compenso mi chiedo: cosa ci trovano le femmine? la mia piccolina da qualche mese le adora. e io che speravo di tornare a giocare con le bambole….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *