La Tribù dei lettori – Storie di Lupi, pecore e buio – noi c’eravamo. I lupi? non proprio…

Sabato mattina siamo tornati alla Tribù di Centostorie, in piazza S.Giovanni Bosco.
L’appuntamento era questo:
STORIE DI LUPI, PECORE E BUIO
Sabato 28 – mattina (ore 10)
Letture animate non stop di: “Ninna nanna per una pecorella” (Topipittori), “Tralestelle e trallallà” (Sinnos), “Il lupo che voleva essere una pecora” (Babalibri), “Sono io il più bello” (Babalibri), “Sono io il più forte” (Babalibri). A seguire laboratorio di manualità “Costruisci il piccolo lupo”.
Età consigliata 3-5 anni

Siamo arrivati un po’ prima muniti di triciclo per poterci godere la piazza prima che il laboratorio.

Dopo aver scorrazzato per un po’ Aurora ci ha invitato a prendere parte all’ascolto delle letture.
Ci siamo seduti sui cuscinoni in piazza e abbiamo ascoltato la lettura di Ninna nanna per una pecorella”  uno splendido libro edito da Topipittori, nel quale un lupo buono decide di fare da madre ad una pecorella che ha smarrito la sua.
Illustrazioni davvero particolari, molto semplici, di impatto diretto anche per i più piccoli. Il libro è piaciuto molto a tutti i piccolini presenti che si sono sentiti in dovere di dire la loro su alcune delle situazioni descritte. Poi Aurora ci ha letto Sogni d’oro che raccontava di un bambino-scimmietta che la sera non vede l’ora di addormentarsi per sognare cose straordinarie e sperimentare tanti mondi e situazioni. 
Belle illustrazioni, molto curiose, da guardare e riguardare.

Dopo la lettura di questo bel libro, Aurora ha tirato fuori un rotolone di carta e dei pennarelli e i bimbi e le mamme con loro, hanno potuto disegnare quello che volevano sul tema delle letture fatte.

I bimbi si sono divertiti a farsi disegnare lupi e pecorelle da colorare.

Devo dire che la cosa è stata molto carina soprattutto per merito di Aurora che è molto dolce e disponibile con i bimbi e con le mamme!! E’ stato bello mettersi a disegnare tutti insieme bimbi e genitori, c’erano dei genitori che hanno confessato che per loro non è affatto usuale farlo, quindi ben vengano momenti del genere se servono a far fare delle così belle esperienze.
Siamo stati bene, ma devo ammettere che sono rimasta un po’ delusa dal fatto che il laboratorio non sia stato quello presentato sul programma: c’erano dei libri in cartellone che avrei volentieri letto e avevo preparato Filippo al fatto che avremmo letto molte storie sui lupi e avremmo costruito un lupetto da portarci a casa.
Ok, forse ho sbagliato io a creargli queste aspettative, ma il cartellone descriveva così l’evento e io mi sono sentita autorizzata a spiegargli quello che avremmo fatto, per creare un po’ di entusiasmo e di aspettativa intorno all’appuntamento. Col senno di poi vorrei non averlo fatto…
Credo si sia divertito comunque e per un po’ ho pensato che avesse dimenticato le mie promesse, ma sbagliavo: appena in macchina mi ha detto “mamma, non abbiamo costruito il lupetto!” Peccato!

3 Comments

  • Stefania ha detto:

    Io sono il più forte è fantastico! Ce l’abbiamo anche noi!!!! Che belle esperienze di questo tipo!!!!

  • Micaela ha detto:

    Troppo belli i bimbi che disegnano su quel foglio lungo lungo!!!!

  • Anonymous ha detto:

    Ciao 🙂
    sono Aurora, sono molto contenta che abbiate apprezzato le letture svolte durante la giornata di sabato 28!
    il fatto di non aver seguito “alla lettera” ciò che era stato previsto è stato dettato dalla presenza di bimbi di un’età inferiore rispetto a quella che avevamo indicato, con i quali non era possibile costruire il piccolo lupo. Durante le attività cerchiamo sempre di soddisfare le esigenze della maggioranza dei bimbi, anche se questo, a volte, crea dei cambiamenti di programma 🙂
    grazie per i complimenti, sono veramente felice che ancora una volta lo spirito e la cura con cui centostorie lavora siano riusciti a coinvolgere grandi e piccini,
    un abbraccio, vi aspettiamo in libreria!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *