Filippo e il fratellino

Questo week-end sono andata a trovare Filippo dai nonni.
Il mio dolce peperino sta facendo impazzire i nonni i quali non riescono proprio a farsi rispettare. Ma dove sono finiti i miei severissimi genitori?!
Insomma il piccoletto se la spassa.. abbiamo condiviso la sua quotidianità al paese, le passeggiate, i giochi, le persone che frequenta e abbiamo giocato, riso, letto i nostri libri, ci siamo addormentati l’uno tra le braccia dell’altra e abbiamo parlato, anche dell’eventualità di un fratellino.
Gli ho spiegato che con un fratellino potrebbe condividere più cose che con una sorellina facendo appello a luoghi comuni che odio, ma che penso siano arrivati. Gli ho detto che le sorelline quando crescono non giocano nè a pallone, nè con le ruspe, ma voglio solo le bambole, senza però riuscire a motivare questa banalità difronte ai suoi disarmanti “pecché?”
Ma ha capito che un fratellino potrebbe essere bello e mi ha detto che vuole chiamarlo “Filippo”.
E io, “ma no, amore, non si può… immagina quando la mamma ti chiama ‘Filippo, amore vieni qui’, chi viene?”
E lui “2 Filippi!”
E’ stato così dolce, che quasi quasi se non fosse vietato dalla legge, lo chiamerei davvero Filippo…

P.S. Io non so voi, ma in quel “2 FILIPPI” ci leggo la voglia di condivisione col fratellino, addirittura anche del proprio nome e poi ci leggo la mancanza di paura nel condividere l’amore della mamma… è bellissimo! Spero davvero che viva serenamente l’arrivo del fratellino!

16 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *