La corsa della Lumaca

Oggi vi presento un libro speciale.
Speciale perché è una nuovissima uscita, in presentazione alla mostra di Sarmede dal 23 ottobre al 15 gennaio 2012.
Speciale perché è un omaggio che riceviamo direttamente dalla gentilissima casa editrice in anteprima
Speciale perché speciale è la storia, i disegni
Speciale perché racconta di una lumaca che corre.
Oggi vi presento La corsa della Lumaca di Manuela Monari e illustrato da Philip Giordano, edizioni Zoolibri.
Il libro:
In una calda giornata d’estate Lumaca uscì dalla sua tana e cominciò a correre.
“Guarda Lumaca che sole grande che c‘è oggi!”
E Lumaca rispose: “Non posso, non posso, devo andare!”
“Ciao Lumaca, senti che aria frizzante! Pizzica tutto il muso!”
“Si, si, ma non ho tempo, devo andare!”
Attraversò il ruscello sopra un ponte.
E correva. Si, Lumaca andava così veloce che sembrava corresse…
Una corsa da lumaca, s’intende…
Ma era davvero veloce: come un fulmine-lumaca!
Ma dove starà andando, si chiedono i suoi amici Tasso, Orso, Serpente, Volpe… nessuno lo sa, nessuno lo immagina, ma tutti sono curiosi di saperlo. Civetta, un’idea ce l’ha… è proprio lei a far riflettere gli altri sul fatto che Lumaca sta correndo, lontano, da loro e dai loro pregiudizi. Perché gli amici a volte parlano troppo, corrono con la lingua invece di riflettere ed così facendo esprimono giudizi che feriscono gli altri Così finisce che chi è deluso dagli amici, diventa insicuro dimenticando la bellezza della sua unicità e ha bisogno di andare a cercare lontano le risposte che ha sotto gli occhi e che nella fretta di scappare non ha visto. Insomma una storia per riflettere sulla unicità di ognuno di noi, sull’autostima, sull’amicizia, quella vera che supera le incomprensioni.
La storia è molto bella, il ritmo è coinvolgente, ma una menzione a parte meritano i disegni. La Lumaca che si intravede sulla copertina del libro è semplicemente meravigliosa.. Avete mai visto una rappresentazione più simpatica di una lumaca?
Aspettate di vedere l’Orso, il Salmone, il Serprente, ma soprattutto il Lupo. Si perché c’è anche un lupo.. Ma non vi dico chi è e cosa fa… dico solo che non mangia nessuna nonnina e nessuna bambina (Cappuccetto Rosso), che non finisce vittima delle rane (Cappuccetto Verde di Munari), né di un incidente nel traffico (Cappuccetto Giallo di Munari), né di sfortunati cambi di programma della vittima (All‘improvviso di Colin McNaughton) No, è un lupo poco da ridere, è un lupo speciale.

Leggi l‘intervista a Corrado Rabitti editore di Zoolibri 
Tutti gli Zoolibri su MammaMoglieDonna

 

12 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *