Uomini che aiutano, cliché e una mamma con grandi aspirazioni

Ok, parliamone.
Non voglio scrivere uno di quei post da casalinga disperata che rispolvera i clichè sui ruoli sociali di uomini e donne, NO, voglio solo cambiare il mondo o almeno il futuro di due giovani uomini e delle loro future compagne. Mio marito e io ci siamo sempre divisi i compiti in casa, non mi son mai fatta problemi a chiedergli di aiutarmi a cucinare, fare la spesa, pulire, stirare e lui non si è mai tirato indietro, ma è proprio questo che non va, non va che gli uomini “aiutano” in casa. Dove è scritto che noi dobbiamo occuparci di tutto e loro aiutano?? Voglio dire che io sono molto contenta che lui si impegni anche con i lavori domestici, e so bene di dovermi ritenere fortunata per questo, ma da quando ci sono i bambini, da quando Filippo fa certe riflessioni, non posso fare a meno di chiedermi “usciremo mai da questo modo di pensare?” Io devo, lui mi aiuta. Ma perché? Perché io “devo” e lui è buono perché mi “aiuta”? Se io non voglio pensare a cosa cucinare, devo chiedere a lui di farlo perché è scontato che io prepari la cena a me no che io non chieda. Ma perché?
Certe volte arrivo a sentirmi in colpa perché lo sottraggo ai giochi con Filippo. Ma perché io non ho diritto a giocare con Filippo e lui si?
Non so se avete colto il punto.
Non mi sto lamentando di mio marito, sto riflettendo sui ruoli e sapete perché? Perchè ho due figli maschi e sento di avere una grande responsabilità su questo tema.
Ieri sera Filippo mi ha fatto sorridere dicendo “mamma, quando io e Edo cresciamo, se io stiro lui cucina e se lui stira io cucino” come se fosse la cosa più normale del mondo che loro si occupino di queste cose. E allora, se questo dolce istinto è innato nei bambini, quand’è che vengono deviati? Chi e quando decide che i maschi non cucinano e non stirano a meno che non vogliano essere così buoni da aiutare la mamma o la moglie?
Aiutatemi perché voglio cambiare il mondo e da sola non ce la posso fare.

45 Comments

  • Fefy ha detto:

    È, come dici tu, una questione di mentalità.
    Nel caso del mio lui abbiamo optato per pagare una ragazza per i lavori che richiedono più tempo, e poi non ci sono regole. Anzi, col fatto che lui torna dal lavoro anche 2 ore prima di me e gli piace cucinare… sono fortunatissima.
    Non mi è ancora ben chiaro perchè il pannolino con la bomba chimica lo cambi sempre e solo la mamma!

  • E va bene così... ha detto:

    Mmmmmh. ho vissuto cinque anni con un uomo che si rifiutava di fare qualsiasi cosa potesse rientrare nella categoria “lavori domestici”. Ho pulito, stirato, cucinato, fatto la spesa, sistemato spazzatura, mentre lavoravo, allattavo, addormentavo una bimba. Ho provato a convincerlo con i litigi, con i discorsi, con gli scioperi. Niente. Poi le cose (non solo queste) hanno smesso di reggere e tra me e mio mairito c’è stata la separazione. Avevamo e abbiamo grossi problemi di coppia, ma non ti nascondo che se si fosse sforzato di aiutarmi in casa, forse le cose sarebbero andate diversamente, forse sarei stata più clemente, forse avrei avuto più stima in lui. Ti assicuro che dopo quasi un anno non l’ha ancora capito pienamente.
    lo so, sembra assurdo che nel 2012 due persone di poco più di 30 anni si siano ritrovate a fare i conti con cose come queste, eppure…. Ti assicuro che è stato molto frustrante, non ci crederai ma per me è impossibile che un uomo possa già “aiutarmi”.
    Credo che l’insegnamento che stai dando ai tuoi figli sia il modo migliore per cambiare il mondo, io ho una figlia…. speriamo bene!!!!!
    giuppy

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Mi dispiace molto per come sono andate le cose. Io non mi lamento di lui, fa già moltissimo, vorrei solo che la mia mente avesse qualche momento in più di leggerezza… ma forse quello è anche un problema mio, di testa!

  • Twins(bi)mamma ha detto:

    io ho un marito che mia aiuta molto però capisco il tuo post…ci sentiamo “fortunate” ad avere mariti che ci aiutano mentre invece sarebbe bello che ciò fosse normale…… mio marito aveva una mamma – putroppo ci ha lasciati per un brutto male – che gli ha sempre insegnato a fare tante cose ma è questione anche di “carattere” con mia cognata non c’è riuscita, lei non sa neanche cosa vuol dire fare certi lavoretti casalinghi….baciotti

  • 6cuorieunacasetta ha detto:

    Cominciamo noi mamme di figli maschi!
    Mio marito è stato abituato dalla sua a non far nulla, ma a casa nostra mi aiuta moltissimo e di buon grado. Anzi, a volte è meglio di me…
    Buona giornata!

  • Micaela ha detto:

    Anch’io penso alle stesse cose.
    Oggi ho due bimbi una femmina (+grande) e un maschio e non voglio assolutamente che la situazione debba pesare su di lei…vorrei che lui imparasse a “gestire” i lavori di casa e non solo “aiutare”!!!
    Non dovremmmo sentirci “fortunate” se il marito aiuta ma dovrebbe essere normale ed essere lui in difetto se non lo fa e non sentire più frasi come: “ti ho lavato i piatti”….
    Mio marito mi aiuta in casa una sacco ma è come dici tu mi aiuta non è nulla di suo in prima persona…

    Dobbiamo riflettere e vlutare che il cambiamento deve avvenire da noi mamme e che siamo noi che educhiamo i figli maschi…..

  • CosmicMummy ha detto:

    la penso esattamente come te. non si capisce perchè ciò che fa l’uomo in casa o con i bambini è un aiuto, quasi un favore che ti stesse facendo. è un po’ come se si dicesse che le donne che lavorano aiutano il marito ad aumentare il reddito della famiglia. non è così, i genitori sono due, e tutti e due collaborano anche se in modi diversi per ciascuna coppia e ciascuna famiglia. anche io ho 2 figli maschi e spero che l’esempio che hanno in casa li faccia crescere lontano dagli stereotipi che purtroppo in questo paese sono ancora molto radicati. e un’altra cosa vorrei aggiungere: molto spesso sono le donne a favorire questa mentalità, quante volte sentiamo delle nostre amiche commentare quasi compiaciute che “quando cucina lui combina solo disastri”, “oggi il bambino l’ha vestito lui, e guarda che gli ha messo”, “se mette a posto lui combina solo guai”, ecc. allo stesso tempo però i loro mariti le offendono perchè non sanno guidare, peggio ancora se escono insieme in macchina guidano loro anche se la macchina è di lei perchè non sopportano il modo in cui guida la moglie. sono stereotipi, solo stereotipi che a certe famiglie piace mantenere.

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Hai ragione. In questo a volte sbaglio anche io… A volte non riesco a riconoscere il lato positivo delle sue iniziative e questo è MOOOLTO sbagliato perché così facendo lo scoraggio dal prenderne. Prometto di stare più attenta.

  • Micaela ha detto:

    Secondo me è l’esempio che date a far la differenza e ci state riuscendo, viste le riflessioni che fa Filippo, no?
    Stiamo crescendo una nuova generazione che sarà inevitabilmente diversa da tutte quelle precedenti… non sei da sola a cambiare il mondo, lo stiamo già facendo tutte insieme!
    Oggi è inevitabile dividersi i compiti in casa e tutti aiutano tutti, altrienti non si va da nessuna parte, giusto? E’ questa la regola che si deve seguire!

  • Anch’io penso che dipenda tutto da come le mamme hanno cresciuto i loro figli “maschi”. In casa mia mi sono opposta con tutte le mie forze alle differenze di ruoli, compiti e comportamenti che mia nonna con la sua mentalità ci voleva insegnare. Quanto ho combattuto e quante volte mi è sembrato di vivere delle ingiustizie…….ma quando ho messo il naso fuori casa ne ho trovate di peggiori!?Che dire, continuiamo a combattere, anche se a volte siamo così stanche….Con mio marito insisto perchè faccia di più e dipende dai momenti, ma ho imparato che preferisce fare senza che io gli ricordi di farlo (x orgoglio;-). Ogni tanto cmq mi trovo a maledire mia suocera……..e se mai avrò un figlio maschio voglio educarlo come dico io!;-)

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Non parliamo di fratelli: il mio se riesce a scaldarsi da solo il pranzo poi al massimo lo mangia e mette i piatti sul lavandino, mai che facesse lo sforzo di metterli in lavastoviglie. Mia mamma in questo ha toppato di brutto e ora ne paga le conseguenze. Io non farò lo stesso errore coi miei.

  • Mammola ha detto:

    Anche io penso spesso a queste cose e anche io, come te, ho due figli maschi…mi ritrovo in tutto ciò che hai scritto e vorrei tanto aiutarti a cambiare il mondo…allora, da che parte cominciamo???

  • LaCasettaDelleIdee ha detto:

    Da noi mio marito fa le cose come me, cioè se capita a me di mettere la lavatrice la metto io se no la mette lui e anche per il cucinare è lo stesso 🙂 ! Il problema che dici tu è radicato secondo me nelle generazioni passate perchè sai le volte che mia madre mi dice ma poverino fallo riposare mentre magari lui sta giocando con F. e C. e io mi ci arrabbio non sai quanto e la cosa che più mi urta è che anche a mio marito dà fastidio questa cosa perchè lui si diverte a giocare, ma pare sempre da parte dei miei che io sia quella che lo sfrutta uff…mmm mi sa che sono andata fuori tema 😉

  • Twins(bi)mamma ha detto:

    ciao mi riaffaccio…concordo con quello che hai detto e ne approfitto per darti un premio. se ti fa piacere passa da me .baciotti http://bimamma.blogspot.it/2012/04/un-nuovo-premio-blog-affidabile.html

  • pattibum ha detto:

    Appunto… Dico sempre anche io che oggi è più difficile crescere dei figli maschi! E’ compito nostro mettere le nuove basi…

  • supermamma ha detto:

    mi viene da piangere il mio di marito, non mi aiuta nemmeno se glielo chiedo! probabilmente i tuoi figli stanno crescendo così perché vedono che almeno il papà aiuta, probabilmente saranno ancora più bravi di tuo marito un giorno, invece con i miei maschi sono ancora alle richieste probabilmente perché non hanno un esempio in questo senso 🙁

  • sly ha detto:

    Anche io penso di essere molto “fortunata”…nel senso che steve fa tutto..lava, cuce,stira,cucina …mi ha sempre aiutato tantissimo..anche coi ge melli…é un mammo perfetto..poi ogni tanto gli rompo pure le palle perche non mi va bene come fa una cosa…ed é li che sbaglio..cosíi dice fattela…cosi cucina solo se non ci sono o se arrivo tardi…per ora fili e cami li tratto allo stess modo..spero proseguire cosi…anche perche ho visto mia manma preparare l’accappatoiio e il cambio a mio fratello e mi sono ripromessa che non l’avrei mai fatto…

  • sly ha detto:

    Il cambio pronto fino a30 anni…scusa

  • coccinella ha detto:

    diciamo che noi mogli vorremmo dei mariti che aiutassero in casa ma noi mamme solitamente non lo permettiamo con i nostri figli maschi è un controsenso…ma fatti dire che sei fortunataaa ad avere un marito che aiuta in casa, non è da tutti!

  • mammamedico ha detto:

    secondo me è una questione di “teste diverse”. voi avete mai visto un unomo che fa 1000 cose insieme? se guarda i bambini certo non stira, se stira non cucina e così via. un uomo che “VEDE” le cose da fare? fatemelo presente se c’è. il mio è tutto un “non avevo visto”. certo cucina e questo è già molto, ma perchè gli piace. e si occupa al 100% dei bambini quando non ci sono. E a me non basta. Se prima di avere dei figli mi preoccupavo meno della casa perchè la ribaltavo (sempre io, però)quando avevo tempo, adesso no. la polvere non deve esserci e la sala in ordine (tanto per fare un esempio) sia per i bambini stessi sia x tutti quelli che ruotano intorno ai bambini. non è che sono cambiata io, è la situazione cambiata. Ecco credo che loro non si siano accorti di questo….

  • sogni nel cassetto ha detto:

    Sicuramente una questione di “teste diverse” e stili radicati e innati trasmessi per secoli…anche geneticamente impressi e difficili da sradicare…però…non del tutto sbagliati! Noi lavoriamo in due…faticosamente tutti e due per tirar avanti…qualche volta scherzando e qualche volta seriamente mio marito dice che il suo sogno sarebbe di star a casa ad occuparsi della casa e dei bambini, senza aver più lo stress dell’andare al lav…mi dice “sarei bravissimo!!!…sarà anche un sogno suo..ma prima di tutto MIO! e in questo caso…chi ha la precedenza???? accipicchia…la parità porta anche svantaggi!!!

  • Anonymous ha detto:

    I clichè sugli uomini? Tanti, troppi. Quante volte abbiamo pronunciato la frase “tutti uguali?”. Per confermare o smentire questi luoghi comuni venite a raccontare la vostra su TUTTI UGUALI, la nuova community di Lei tv, canale 127 di sky. E con il test “Che razza di uomo è?” potrete capire finalmente gli uomini. Con ironia, la chiave per affrontare le piccole frustrazioni quotidiane tutte al femminile. Che razza di uomo è? Provatelo, vi rivelerà una nuova verità su di loro!
    http://tutti-uguali.it/
    http://tutti-uguali.it/il-test/

  • Anonymous ha detto:

    hii

  • Ilaria Pedra ha detto:

    sottoscrivo, mio marito stira io getto la spazzatura, e via in continui inversione di ruoli classici stereotipati e di sicuro vecchi!!

  • Bentornata Fede! Io certo non posso esserti di aiuto. Ru in casa non sa fare NIENTE, ed ogni cosa gliele devo chiedere. Addirittura domenica, dopo 4 anni che viviamo in questa casa, per rifare il letto mi ha chiesto dove sono le lenzuola…ho perso ogni speranza, quindi prendo quel che mi da e come me lo da. Colpa di sua madre che sempre gli ha dato la pappa scodellata. e colpa sua che non ha un posto nel cervello per capire che la vita domestica è di tutti e due. Anche perchè anche io lavoro come lui…

  • maria ha detto:

    E’ questione di educazione e di carattere… il mio compagno mi aiuta molto, ma lo fa con i suoi tempi…. a lui non da fastidio vedere casa in disordine e una montagna di piatti in cucina, a me si! E quindi mi fa sempre le battute: stai tranquilla che poi ci penso io.. e poi che vuol dire? stasera o domani?
    quindi spesso faccio io le cose per prima per non lasciare il caos, ma quando proprio non mi va, lascio fare a lui con tutti i rischi….
    Dopotutto e’ questione di educazione: la maggior parte degli uomini di oggi a casa materna non alzava un dito. Mio fratello ad esempio non fa assolutamente nulla, nemmeno la spesa, e la moglie mi ritiene fortunata… peccato pero’ che lei sta molto piu’ tempo di me a casa….
    Il mio compagno prima di venire da me stava col padre e col fratello, perche’ la mamma e’ mancata 10 anni fa. Molte mansioni le aveva gia’ imparate allora, pero’ la casa loro era sempre un caso appunto…..

  • mammamedico ha detto:

    a costo di sembrare pessimista rispondo: NO, non c’è speranza…..(non riesco a scrivere sotto il commento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *