Chiedo troppo


Me lo chiedo quasi ogni volta che litighiamo.
Pretendo troppo da te?
Quando ti chiedo di lavarti da solo perché io devo addormentare Edo, e per ‘da solo’ intendo che manco ti faccio compagnia, io sto pretendendo troppo da te.
Quando ti chiedo di sbrigarti perché abbiamo dormito un po’ di più perché io ne avevo bisogno e ora siamo in ritardo, io sto pretendendo troppo da te.
Quando ti abbandono da solo in camera tua a giocare e poi arrivo e trovo il caos più totale e perdo le staffe, io sto pretendendo troppo da te.
Quando ti urlo di mettere a posto la camera e tu non sai da dove cominciare, io sto pretendendo troppo da te.
Quando ti chiedo di non giocare a pallone in casa mentre Edo dorme, io sto pretendendo troppo da te.
Quando ti chiedo di bisbigliare o di non chiarmi da una stanza all’altra mentre Edo dorme, e mi arrabbio se non lo fai,  io sto pretendendo troppo da te.
Per tutto questo e per quello che ho dimenticato, io ti chiedo scusa.
Per il mio essere ancora una mamma a metà ancora alla ricerca di un equilibrio, io ti chiedo scusa.
Perdonami se puoi, io intanto cerco di rimediare.
Ti amo amore mio, questo non dimenticarlo mai!

15 Comments

  • Slela ha detto:

    Avrei potuto scriverlo io questo post da quanto mi ci ritrovo. Mia figlia è più grande, ma la sostanza non cambia.

  • serenamanontroppo ha detto:

    E’ facile “alzare l’asticella” quando si è in presenza di bambini svegli e in gamba, indipindentemente dalla presenza da un piccolo cucciolo in casa…non fartene una colpa, occorre fare qualche piccolo passo indietro! un bacio grande grande

  • sogni nel cassetto ha detto:

    I bambini ci perdonano sempre perchè l’amore che ci unisce è qualcosa di unico e speciale…siamo noi a dover perdonare di più noi stesse..e a pretendere di meno da noi stesse…alla ricerca di quella serenità che tanto desideriamo—e che mai troviamo! Buone vacanze al mare!

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      il fatto che loro ci perdonino sempre rende il mio senso di colpa se possibile più grande. grazie per l’augurio, spero solo che in una situazione più rilassante riusciamo a ritrovare un nuovo equilibrio.

  • Twins(bi)mamma ha detto:

    è normale…la nostra organizzazione ..il nostro desiderio di educarli…però secondo me è un bene soffermarci a volte e rifletterci e sentirsi un pò “colpevoli” anche se poi non lo siamo ..dimostra che sono loro sempre i nostri tesori ma la vita è anche adattamento che noi lo vogliamo o meno….non sono catastrofica ma a volte anche io penso che li sgrido troppo la mattina quando non si vogliono alzare per andare a scuola e io faccio tardi al lavoro…quando vorrei farli dormire almeno fino alle 8.30 e portarli tranquillamente a scuola entro le 9.00 come fanno molte mamme…ma ahimè io non me lo posso permettere…cercherè di dargli il meglio di quello che posso…con i miei “se” e i miei “ma” e i miei “scusa tesorini”.

  • mammamedico ha detto:

    sai, io credo che non sia una questione di pretendere troppo ma di come lo si pretende. a quasi 4 anni è giusto che imparino a lavarsi da soli, a mettere a posto, un po’ di autonomia nel gioco etc… (anche se poi ancora adesso a 6 anni il mio chiede di aiutarlo), ma se loro associano tutto questo alla nascita di un fratellino la cosa diventa complicata e la gelosia cresce. trovare un equilibrio non è facile. io per i primi mesi (diciamo per un anno) dalla nascita della sorellina continuavo a rimanere sui precedenti ritmi, poi pian pian mentre la piccola mostrava sempre più le sue esigenze (non solo dormire e mangiare)ho ristrutturato la gestione famigliare. con il grande in questo modo è andata benissimo, ma non ti nascondo che mi sono sentita in colpa per la piccola. comunque la fai….

  • Mammola ha detto:

    Sei una mamma meravigliosa, perchè innanzi tutto sai chiedere scusa, cosa non facile e ti rendi conto dei limiti e delle mancanze…ti capisco perchè anche a me succedono le stesse cose e generano anche a me, tutte, le stesse ansie e gli stessi tuoi sensi di colpa…ma credo che mettersi in discussione sia una grande dimostrazione di quanto tu ami i tuoi figli e sei/siamo delle buone mamme nonostante i nostri limiti…forse ho ingarbugliato le parole ma spero si sia capito lo stesso cosa volevo dire…Un bacione

  • Sasha ha detto:

    i miei hanno sei anni di differenza, quando è nato il piccolo, prematuro, l’altra ha iniziato ad andare a scuola… questo divario emotivo è ancora più grande…. oggi lei ne ha nove e mezzo, lui quasi quattro… cerco di pretendere anche da lui ormai… ma inevitabilmente… chiedo troppo a lei….
    credo che l’equilibrio sia difficilissimo, ci si prova… ci si sente in colpa…. ci si riprova…. etc etc… mamma è un mestiere in continua evoluzione… e pieno di trappole… 😛

  • Fabiola ha detto:

    Cara Fede, sei una mamma fantastica!
    Succedono le stesse medesime cose anche a me ed anche io ho gli stessi dubbi e chiedo scusa a mio figlio grande.
    Il mio però ha quasi 8 anni e quindi è più naturale chiedergli di fare tutte le cose che chiedi tu a Filippo.
    Piano piano Fede troverete l’equilibrio … il fatto è che siamo spesso troppo stanche e la pazienza viene meno … mettersi in discussione è il giusto modo per stare sempre all’erta per cercare di far sempre bene … non esagerare però … cera di essere anche un po’ comprensiva verso te stessa.
    Fortunata tu ad avere un piccolo uomo come Filippo, sveglio ed in gamba.
    Fortunato lui ad avere te, mamma affettuosa, attenta e sempre piena di dubbi!
    😉

    Baciotti

  • Micaela ha detto:

    Dire che ti capisco è poco?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *