Tema: di ritorno dalle vacanze, pensieri ed emozioni in libertà.

Svolgimento:
Ciao a tutte,
so di non esservi mancata o se si, vi scrivo per avvertirvi che stiamo tornando…
In questi mesi mi sono disintossicata da tutto quello che è tecnologia (eccezion fatta per la macchinetta per l’aerosol e la TV sintonizzata su canale 46, ma questa è un’altra storia…) mi sono dedicata anima e corpo ai miei figli e alla mia famiglia, a mia mamma che presto dovrà subire un intervento e prego Dio che me la restituisca tal quale è, a mio padre, un super nonno, alle mie nipotine…
Ho respirato a pieni polmoni l’aria pulita delle mie montagne, ma soprattutto ho respirato la mia famiglia e ho assaporato come poteva essere la mia vita se la mia vita fosse stata qui.
Ma la nostra lunga permanenza qui sta per finire, dopo quasi tre mesi, io e i miei cuccioli stiamo per salutare i nonni, il paesello, la nostra deliziosa casetta per tornare alla nostra vera amata casa per iniziare la nostra vita a 4!
Casa nostra ci è mancata.
Ma mai quanto ci mancheranno i nonni, la loro vita frenetica seppur così quieta, il loro essere due apette operaie sempre a pensare alle provviste per l’autunno e l’inverno. Ci mancheranno i loro sorrisi. Mi mancheranno (e lo dico mentre una lacrima mi solca il viso) i sorrisi dei miei bambini quando li vedono, il sorriso di Edo quando si tuffa tra le braccia dell’uno o dell’altra sapendo quanto amore gli daranno, le corse di Fili giù per le scale di casa per aprire loro la porta “eccomi nonna, arrivo subito..”. Ci mancheranno  la spensieratezza di queste giornate (eccezion fatta per le bronchiti di Edo, ma ne parliamo altrove),  i risvegli lenti e coccolosi, i sonnellini pomeridiani in 3 nel lettone: io e i miei cuccioli!
Ci mancheranno le passeggiate in pineta, il sole che si fa strada tra le foglie, le foglie mosse dal vento che tanto affascinano il mio piccolo esploratore, ci mancheranno le sagre di paese, le bancarelle, i botti d’artificio che son piaciuti anche ad Edo.
Ci mancherà l’atmosfera di paese dove tutti conoscono tutti, tutti salutano tutti e chiedono e sorridono e scherzano e si impicciano.
Ci mancheranno i pomodori dell’orto di nonno e le zucchine e l’insalata e le melanzane e i lamponi e i fagiolini e le nocciole e le braciole cotte in campagna e mangiate su un prato e le corse e le capriole in mezzo all’erba.
Ce ne andiamo portandoci nel cuore tanti bei ricordi.
Me ne vado da qui sempre con la malinconica certezza di aver scelto per i miei figli quello che sentivo essere meglio per il loro futuro pur avendoli privati di qualcosa di molto molto importante, l’affetto dei nonni e degli ziii… spero che queste parentesi, queste boccate di ossigeno siano per loro vitali, come lo sono per me.

12 Comments

  • serenamanontroppo ha detto:

    Bentornata carissima, ho molto sentito la tua mancanza!
    Un grande abbraccio!

  • Micaela ha detto:

    I tuoi figli hanno la fortuna di conoscere profondamente entrambe le realtà… ti pare poco?
    L’affetto che hanno assorbito dei nonni, se lo porteranno strettamente con loro per tutto l’anno, vedrai!
    Ti abbraccio e, per quel che può consolarti, non vedo l’ora di vederti… una faccia amica qui dentro serve!!!!!

  • Cenerella ha detto:

    Eh, come ti capisco.

  • Anonymous ha detto:

    Ben tornata!!! Caspita anche con questa tua ultima riflessione mi ritrovo completamente, le tue parole esprimono esattamente quello che sto provando io al ritorno (nel mio caso di solo un mese) dal paesello della campagna tosco-romagnola dove sono nati e cresciuti i miei genitori….. anche io con i miei due cuccioli (4 anni e 5 mesi il primo e 9 mesi e mezzo il secondo), la semplicità delle giornate trascorse all’aria aperta, il saluto e l’attenzione delle persone che incontri per strada e che seppure vedi solo una volta all’anno sembrano voler condividere con te le loro esperienze facendoti sentire a casa e coprendo di attenzioni i miei bambini (quasi fossero un pò tutti dei loro nonni e/o zii. I miei bambini hanno la fortuna, grandissima fortuna, di avere i nonni vicini, ma ti posso assicurare che le lunghe vacanze estive e invernali che da bambina trascorrevo con i nonni materni sono uno dei ricordi più belli che ho nel cuore, la distanza non ha impedito di creare con loro un legame sincero e profondo. Orietta

  • Fabiola ha detto:

    Bentornati a tutti e tre.
    Che bella estate che avete vissuto!
    Un abbraccio virtuale in attesa di quello vero!
    😉

  • Ciao cara, eccomi qua anche io sparita dalle mie pagine per un po’ questa estate. E’ stata la prima vera estate in 4 ed ho avuto bisogno di assestamento, di momenti nostri, miei e di rallentare(anche se di corse ne ho fatte parecchie a dire il vero). Sono felice di rileggerti perché poche persone sanno trasmettere emozioni forti e profonde come te. Ti abbraccio.

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Ciao Adry, grazie per il bellissimo apprezzamento. Ti capisco perfettamente, anche per me è stata una estate impegnativa e intensa. Ma ora siamo qui e io non intendo più trascurare il mio blog! Un bacione e bentornata anche a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *