La tombola per bambini di Giulio Coniglio

La nostra conoscenza di Nicoletta Costa risale a Volevo un Gatto Nero e 44 gatti di Gallucci Editore, per poi passare alla sua meravigliosa illustrazione di L’omino della Pioggia di Rodari e de Il Lupo e i Sette Capretti di Roberto Piumini e al suo Filippo il pesciolino.
I suoi colori allegri e vivaci, i suoi personaggi così tondi e simpatici e positivi e sempre animati da buoni sentimenti sono tra i nostri preferiti.

strenna-giulio-coniglio-2012

Quest’anno ci siamo regalati il BUON NATALE Giulio Coniglio, una cena di Natale da organizzare, inviti da spedire, decorazioni da preparare e tanti amici che da ogni parte del mondo arriveranno a portare il loro contributo: un libro enorme e bellissimo che è una dolce storia di amicizia per ricordare ai bambini e ai grandi che Natale è stare insieme alle persone che si amano.
Il libro contiene anche una tombola per bambini con caselle illustrate oltre che numerate per imparare il gioco più gettonato delle feste e giocare insieme a mamme papà e nonni e zii eventuali.

TOMBOLA2 (1)

Mi piace che Filippo impari questo gioco perché fa parte di quelle tradizioni che mi piacerebbe acquisisse e facesse sue.
Io ricordo con nostalgia i pomeriggi e le serate di festa trascorsi a giocare a tombola in famiglia, con le bucce di mandarino per coprire le caselle e noi bimbi che facevamo a gara per sedere in braccio a chi teneva il cartellone e pescare i numerelli. Noi non avevamo una tombola per bambini, ma ci pareva di saper giocare con quella dei grandi… ^_^

Penso che questo per Filippo sia l’anno giusto per imparare : conosce i numeri e sicuramente è in grado di abbinarli quando li vede in due contesti diversi e poi ha acquisito una maggiore capacità di rimanere concentrato su una attività.
Il guaio della tombola è che di concentrazione e pazienza ce ne vuole tanta perché dopo un po’ la noia prende il sopravvento, ma temo che con questa tombola non succederà e di certo non ai bambini.

Ogni casella è rappresentata da un personaggio della storia, ogni bimbo può scegliere i suoi preferiti e fare il tifo perché vengano estratti proprio quelli…
Filippo ha provveduto personalmente a staccare tutte i numeri e a metterli nel sacchettino che avevo preparato e si è divertito sia ad estrarre i numeri e a riposizionare ogni personaggio nel modo giusto, sia a subire l’estrazione cercando di volta in volta questo o quel personaggio sulle proprie cartelline.
Edoardo nel frattempo sfogliava compiaciuto il librone colorato e ogni tanto si lasciava andare ad un “BEEE” che per lui vuol dire “bello”.

Noi non ci siamo accontentati del libro, ma insieme a quello, abbiamo anche il calendario 2013 con un puzzle di Giulio Coniglio e dei simpatici stickers per timbrare i giorni più felici sul calendario.

13 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *