LEO, otto volte eroe

Leo otto volte eroe
Leo è un cucciolo di polpo. Come tutti i polpi ha otto tentacoli. E come tutti i cuccioli non vorrebbe mai alzarsi dal letto la mattina e soprattutto non vorrebbe mai vestirsi.

leo otto volte eroe 1

Leo deve svegliarsi quando ancora il sole non è sorto per riuscire a prepararsi in tempo per la scuola perché per lui è tutto più complicato per colpa dei suoi tentacoli: i suoi vestiti hanno ben otto maniche, otto da sfilare per togliere il pigiama e otto da infilare per indossare le sue maglie.

leo otto volte eroe 2

Certo a colazione mangiare con otto tentacoli può essere veloce perché un boccone dietro l’altro si finisce in un baleno, ma poi indossare il cappotto con otto maniche e gli otto guantini… che fatica!

Leo è talmente stanco di essere un polipetto che spesso fantastica di trasformarsi in una anguilla: per lei si vestirsi è facile, le bastava infilare tutto il corpo in un’unica manica e via.

“Tu sei speciale, credimi,

la tua bellezza è davvero unica.

E ti piacerà essere un polpo

 quando diventerai più forte”

 lo consolava la mamma.

Finché un giorno…

Leo arriva di corsa all’autobus tutto trafelato, come al solito in ritardo, sale al volo e subito l’autista parte.. ma quel giorno per strada c’è uno strano trambusto, un movimento insolito che non permette all’autobus di avanzare.

leo otto volte eroe 3

La tana della signora anguilla sta per crollare sotto il peso della neve e lei è in grande difficoltà perché non sa come salvare le sue uova, i suoi cuccioli, ognuno di loro ha già un nome, non riesce a scegliere, è pietrificata dalla paura.

Leo senza esitare un istante affronta il pericolo con coraggio: entra nella tana e afferra le uova con i suoi tentacoli, decine di uova su ogni tentacolo e in extremis anche mamma anguilla…

leo otto volte eroe 4

Leo riesce a mettere in salvo tutti i piccoli e quando le uova si schiudono, i pesciolini  fanno festa nuotando intorno a lui, ormai diventato un eroe!!! Leo è soddisfatto ed orgoglioso di se e del suo coraggio, ma di più dei suoi tentacoli che lo hanno reso un eroe a tutti gli effetti!

Finalmente non è più stufo di essere un polpo, anzi ne è davvero fiero!

Leo è un cucciolo e un po’ come tutti i cuccioli, anche quelli d’uomo, fa i conti con le sue insicurezze: si lamenta di quello che è, vorrebbe essere qualcos’altro, vorrebbe somigliare a questo o quell’altro amico che ha qualcosa in più, è più bravo di lui in qualcosa o semplicemente non si sente all’altezza di fare qualcosa. Ma come presto o tardi succede a tutti i cuccioli, quello che pensava essere il suo punto debole si trasforma nel suo punto forte, la sua chiave di volta per dimostrare agli altri, ma soprattutto a se stesso quello di cui è capace.

La storia è molto dolce, ma questo albo non sarebbe la meraviglia che è senza le fantastiche illustrazioni: pesciolini dolcissimi e colorati con occhioni grandi ed espressivi, un mondo sottomarino come non lo abbiamo mai visto e non solo perché non avevamo mai visto un polpo che indossa la sua maglia a otto maniche o un autobus sottomarino a forma di pesce, con tanto di finestrini, ma perché in questo straordinario scenario succede anche che nevichi e che si vada in giro con l’ombrello…

Un libro tenero in cui i bimbi potranno riconoscersi nel protagonista e riflettere sulle comuni insicurezze, ma soprattutto potranno godere della simpatia e della dolcezza di questo piccolo spaccato di mondo sottomarino.

La storia è

Leo, otto volte eroe
di Sara Sanìhinkanat
tradotto da Rosita D’Amora
magistralmente illustrata da Paolo Domeniconi.
Sinnos Editrice

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *