Carnevale dalla A alla Z

Chi mi segue sa che adoro scrivere gli alfabeti… a Natale mi son divertita a partecipare all’iniziativa di Micaela e al suo Abbecedario del Natale, poi è stata la volta dell’alfabeto della Carta in occasione della Staffetta di Blog in Blog di gennaio e adesso… l’A,B,C del Carnevale proposto da Trippando.

Carnevale

A – Arlecchino decisamente il mio preferito tra le maschere della commedia dell’arte… il più simpatico, il più divertente, il più pasticcione, il più allegro e colorato… dopo averlo conosciuto sui libri, finamente quest’anno lo abbiamo visto a Teatro in “Arlecchino e Colombina al teatro dei Burattori”.

B – Bambini, il Carnevale è la festa dei bambini, la confusione, il colore,l’allegria, il buonumore che lo caratterizzano ne fanno la festa dei Bambini.
C – Colori, Carnevale, Coriandoli! 
D – Dinosauro: la maschera di Filippo quest’anno, il costume in pannolenci lo ha fatto per lui la mamma

E- Evviva Carnevale! Uno dei nostri libri preferiti sul Carnevale, un tascabile con una serie di Filastrocche firmate Gianni Rodari e maginificamente illustrate da Lucia Salemi.

F- Festoni fai da te lo scorso anno li abbiamo realizzati con le stelle filanti, quest’anno complice il San Valentino che sta arrivando abbiamo realizzatoi festoni a forma di cuore

G – Gianduia il Golosone

Se Gianduia diventasse
ministro dello Stato,
farebbe le case di zucchero
con le porte di cioccolato.
H – N.A.
I – N.A.
L – Libri sul Carnevale
M – Merenda coloratissima in stile Carnevale con il nostro ciambellone multicolore
N – Nomi colorati: Azzurra, Bianca, Celeste, Viola
O – Organizzare una festa di Carnevale in casa, con qualche accorgimento, si può..
P- Pantalon de’ Bisognosi conosce il bsogno solo nel nome ‘che oro, argento, gioielli, denari tutto accumula nei suoi forzieri. Di questi però tiene stretta la chiave e s’aggrappa ad ogni monete. se infatti è mercante di professione, avaraccio lo è per vocazione! (da Ti conosco Mascherina, vedi lettere T)
Se comadasse Pulcinella, la legge sarebbe questa, a chi a brutti pensieri sia tagliata la testa (da Evviva Carnevale, vedi lettera E).
Q – N.A.
R – Ravioli dolci di Carnevale la nostra ricetta gustosissima per un dolce tradizionale di Carnevale, ma cotto in forno!
S – capitan Spaventa il preferito di Filippo
T – Ti conosco mascherina, un bellissimo libro firmato Edizioni Corsare per fare un viaggio nel mondo degli artisti girovaghi, per conoscere il teatro di strada che mette in scena la Commedia dell’Arte con i suoi protagonisti. Davvero un libro ben fatto per far conoscere ai bambini le maschere tradizionali nei loro tratti caratteristici, le illustrazioni sembrano quadri talmente son belle ed intense le espressioni dei personaggi.
U – N.A
V – Venezia, la città del Carnevale e noi ci siamo stati insieme ad Arlecchino a Venezia di Lucia Salemi, un libricino allegro, coloratissimo e confusionario, in cui le maschere della tradizione sono rappresentate così perfettamente come da tradizione… e la commedia è splendidamente divertente! E in più è ambientato a Venezia, il che è ovviamente un valore aggiunto!
Z – N.A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *