La mia casa ideale

Questo post partecipa alla Staffetta di BLOG in BLOG: Ogni mese un tema scelto con un sondaggio nel gruppo omonimo viene svolto e pubblicato a reti unificate il 15 del mese alle ore 9.00. Se volete partecipare non vi resta che iscrivervi al gruppo e il prossimo mese potrete svolgere il vostro tema con noi! Il tema di questo mese è la casa ideale. Beh.. io son fortunata perchè la mia casa ideale è la mia!!Lo so che sembra banale ma non lo è perché è frutto di grandi sacrifici, di sogni, di aspettative, di buona volontà, di voglia di creare, di inventare e di cancellare.. ma soprattutodi fare.
Quando ci siamo sposati io e mio marito abbiamo vissuto per un paio d’anni in una casetta molto modesta che i miei suoceri ci avevano prestato in attesa che completassimo la costruzione del nostro appartamento. Quando lo abbiamo preso, l’appartamento era stato diviso in modo molto creativo ed originale da un architetto che aveva creato numerose pareti oblique e disimpegni e aveva solo i muri divisori e niente altro. Abbiamo dovuto fare impianti, pavimentazione, infissi, tutto…Noi abbiamo cercato di fare molte cose in economia, risparmiando qualche soldino qua e là e ci abbiamo messo un po’ prima di realizzare la nostra casa ideale: volevamo che fosse su misura per noi, che ci calzasse a pennello e per questo ce la siamo studiata nel minimi dettagli. Non una casa qualunque… non arredi qualunque… non colori qualunque…
Vi faccio fare un giro se vi va…
CucinaLa mia cucina me la sono sognata, disegnata, immaginata, cancellata e ridisegnata miliardi di volte. Poi una volta scelto il modello e procuratami le schede di prodotto, l’ho disegnata nei minimi dettagli scegliendo i componenti, gli elementi, le finiture. Quando sono andata in negozio per ordinarla, l’architetto era sbalordito dal fatto di aver quasi dovuto solo fare il conto della spesa.
E per il colore delle pareti in cucina ho scelto il giallo, il mio preferito, ma soprattutto un colore caldo, vivace e stimolante per la stanza conviviale per eccellenza, in perfetto contrasto con il rovere brandy della cucina e le piastrelle marroni.
collagesoggiorno

Il mio soggiorno è la stanza più colorata della casa, il marrone prevale ma spiccano il giallo e il bortdeaux nei colori dei cuscini del divano e delle tende e delle sedie abbinate al tavolo di cristallo.
Per la disposizione mi son fatta aiutare dalla mitica  Robertaperché la forma della stanza era veramente troppo complicata per venirne a capo da sola!

Bagno
Il mio bagno dalle forme un po’ strane.. me lo son non solo disegnato a livello di collocazione degli elementi, ma anche di piastrelle.. ho disegnato le quattro pareti su carta con le dimensioni reali in scala e per ognuna ho immaginato diverse soluzioni per la posa delle piastrelle… ricordo di aver calcolato così non solo la quantità di materiale da ordinare, ma anche le misure dei pezzi da tagliare da parte del piastrellista. Esterrefatto pure lui da tanta precisione.
Ho scelto il turchese per il mio bagno, accostato ad un grigiolino e un pavimento nero per un’atmosfera elegante e rilassante.
collage cameraLa mia camera da letto adiacente il bagno ha una parete turchese e le altre bianche. L’arredamento della camera è in rovere bianco, che contrasta perfettamente con la parete colorata. Io trovo che il tutto sia delicato, elegante e rilassante.
Se vi fermate ancora un po’ vi offro un bel caffè..  e la staffetta del mese scorso.. su La carta.. materiale fantastico per… 
Il prossimo appuntamento è per il 15 marzo per una nuova

Sarete dei nostri?

41 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *