Prima colazione per una buona educazione alimentare e nutrizione

Torta Mantovana - Prima colazione
Una buona giornata comincia con un dolce risveglio e una buona prima colazione.
Io considero molto importante il momento della colazione.
La prima colazione ideale sarebbe da farsi tutti insieme seduti a tavola, dedicandosi qualche minuto in più per sorridere e parlare dei programmi di ciascuno e soprattutto cercando di creare aspettative positive sul suo proseguimento dopo la scuola.
Sono più che mai convinta dell’importanza di cominciare bene la giornata perché questo a mio avviso in questo modo ci si predispone positivamente alle incombenze lavorative e scolastiche.
Una prima colazione come l’ho descritta io è ovviamente un lusso per molte famiglie che costrette dalla fretta fanno colazione al volo sottovalutando non solo l’aspetto psicologico di questo momento, ma anche spesso quello nutrizionale.
La prima colazione è considerata da molti esperti nutrizionisti come il pasto più importante: una colazione non adeguata o peggio addirittura saltarla induce squilibri nei pasti successivi che si ripercuotono sul metabolismo e spesso hanno come effetto anche un aumento di peso.
Pur volendo riconoscere la soggettività delle situazioni e delle preferenze, ritengo che sia importante soprattutto per i bambini avere le giuste fonti di energia per tenere alta l’attenzione a scuola e affrontare le attività sportive.
La prima colazione ideale secondo i nutrizionisti prevede latte o yogurt, cereali integrali e un frutto. Io dico che pur cercando di rimanere vicini a questo modello per garantire ai bambini l’assunzione degli elementi nutritivi giusto, rimango convinta che si debba cercare di incontrare i gusti dei bambini per rendere lo piacevole questo pasto.
Non tutti i bambini però mangiano volentieri appena svegli, sono assonnati o comunque ancora non sentono lo stimolo della fame: per venire loro incontro si può da un lato anticipare un po’ il risveglio in modo da dare loro modo di prepararsi e arrivare a tavola meno stressati, dall’altra cercare di rendere il momento il più piacevole e vario possibile con qualche accorgimento:
  • apparecchiare la tavola in maniera carina, magari dedicandosi a questa attività la sera prima di andare a letto, con il loro aiuto o invece sorprendendoli
  • far trovare dei segnaposto carini
  • variare il posto a tavola dei commensali
  • far trovare un giocattolino come segnaposto: una macchinina o piccolo peluche
  • far trovare appeso in cucina qualcuno dei loro disegni
Accanto agli allestimenti, si potrebbe aver cura di variare anche la proposta di dolci per colazione facendosi aiutare nella loro preparazione il giorno prima o giocando sull’effetto sorpresa.
Noi ci divertiamo a sperimentare insieme le proposte di ricercando ricette per bambini che trovo in rete e cerchiamo di variare ogni tanto, perché ci piace così.
Ma il consiglio che do a voi è cercate di conoscere bene i vostri bambini e se per loro è meglio una rassicurante monotonia, allora concedetegli quella e una volta scoperta qual’è la ricetta giusta per loro, usate quella finché non sono loro stessi a chiedere di cambiarla.

16 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *