La sorpresa di Pasqua

Non so se i vostri bambini sono già in età da fare domande su Gesù e sulla Pasqua.La-Sorpresa-di-pasqua
Filippo è rimasto molto colpito dall’elezione del papa e da tutto il fermento intorno a questa cosa, in famiglia, ma anche a scuola. E ha cominciato a chiedere.. ed è voluto andare a messa e ha chiesto di Gesù e della croce.
Così ho tirato fuori questo libricino La sorpresa di Pasqua ideato da Cocicom Kids che fa parte della collana Piccolini in ascolto edita da Junior EDB per avvicinare i bambini alle Sacre Scritture e fa parte di un cofanetto che racchiude anche la storia di Noè e dell’arca, la storia di Mosè, ben descritto sul sito di EDB Junior.

La-Sorpresa-di-pasqua2L’ho letto a Filippo senza alcuna fatica e senza tema di scandalizzarlo o di turbarlo.

 

E’ scritto con un linguaggio molto semplice e comprensibile, anche la spiegazione dei momenti più importanti e significativi e complicati è resa con estrema semplicità: l’ultima cena con gli Apostoli, i suoi amici, la cattura di Gesù perché in città alcuni capi erano invidiosi del bene che la gente voleva a lui, i suoi nemici che raccontano bugie su di lui per farlo condannare a morte. Nulla si tace, nè la corona di spine, nè il cammino con la croce fino alla cima di una collina, nè la sua crociffisione, anche se in questo caso non viene mostrato. E infine la sepoltura e l’arrivo delle donne al sepolcro vuoto con l’angelo che annuncia loro che Gesù è vivo e che possono annunciare al mondo questa bella SORPRESA!
Io l’ho trovato delizioso, davvero ben fatto.
Ho mosso l’obiezione che essendo destinato a bambini dai 2 anni in su, sarebbe stato carino averlo in versione cartonata e dallo scambio di mail che è seguito e’ emerso che i prodotti cartonati in Italia si producono solo per titoli/soggetti molto famosi (spesso internazionali… detti “brand”, per i quali è possibile fare grandi tirature. Altri progetti, detti “no brand”, spesso sono stampati all’estero (per questioni di costo) e importati in Italia nella versione tradotta. L’editoria di nicchia italiana, come ad esempio quella cattolica, non ha un mercato tale da potersi permettere le finiture che, al contrario, sono possibili per titoli con numeri di mercato più ampi. Invece è importante poter difendere anche la piccola editoria nazionale, altrimenti oltre che ai prodotti, finiremmo per standardizzare anche i pensieri e le espressioni. Ovviamente gli editori che fanno tirature limitate, poi non possono permettersi le finiture di chi stampa in lotti di produzioni a più zeri .
Un altra proposta per la Pasqua, a proposito di Galline e uova di cioccolato: La gallina che non sapeva fare le uova – Le Rane Interlinea Edizioni 

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *