Scoprire Mirò nel giorno del suo compleanno

Mirò è uno di quegli artisti che indubbiamente trasmette allegria, che mette di buon umore.. un artista che disegna come un bambino, che gioca con linee e colori. La sua opera che si inquadra nel surrealismo, come lui stesso ha dichiarato nasce non dall’osservazione delle cose reali, ma dalla rappresentazione di quello che è nella testa dell’artista o nei suoi sogni pazzi.
Ho visitato la Fondazione a lui dedicata durante la mia visita a Barcellona e seppur giovano e incosciente, ricordo che mi aveva molto colpita per la sua semplicità e allegria.
Trovo che questo artista sia molto vicino alla sensibilità dei bambini e ho pensato che a Filippo sarebbe piaciuto. Mi piace l’idea di avvicinare i bambini all’arte giocando, così ho pensato di farglielo conoscere e di giocare un po’ insieme a lui…
Per presentarlo come si deve, ho cercato un po’ di sue opere e le abbiamo ammirate insieme, Filippo ha apprezzato moltissimo, ci siamo divertiti ad immaginare cosa l’artista avesse voluto rappresentare.. e  si è divertito un mondo!

Ecco le opere di Mirò che abbiamo guardato insieme:

Carnevale

 una festa dove tutti sono impazziti

Mirò-1-MammaMoglieDonna

 dei bambini. “Ma come li disegnava mamma?”

Mirò-2-MammaMoglieDonna

 un camaleonte

Mirò-3-MammaMoglieDonna

 a sinistra una moto

Mirò-4-MammaMoglieDonna

 uno con una faccia stranissima che suona la chitarra o il mandolino.
Un cane con l’osso in bocca

Mirò-5-MammaMoglieDonna

un dinosauro!!!

Poi ho stampato per lui due disegni da colorare, gli unici che ho trovato.
Il primo l’ha colorato e personalizzato con l’aggiunta di alcuni elementi perfettamente inseriti nell’opera originale, secondo me:

Mirò-6-MammaMoglieDonna

il secondo non ha voluto colorarlo, ma…

Mirò-7-MammaMoglieDonna

sul retro ha disegnato questo.

Mirò-8-MammaMoglieDonna

Che ne dite? Non vi pare un Mirò originale?

Io dico che a Mirò sarebbe piaciuto! E a voi?

Questo post partecipa ai Teachable Moments di Learning is experience

15 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *