Io non vi leggo più

Quando scrivo sul mio blog, mi preoccupo di parlare di argomenti interessanti, di essere sempre sincera, di non dire cose scontate, di mettere la mia esperienza personale al servizio di altre mamme, mi impegno per cercare le parole giuste, il modo giusto per rendermi comprensibile, di mettermi insomma al servizio di chi legge.

Avere un blog mi stimola a sfidarmi: la vita di tutti i giorni, i rapporti con i miei figli, la vita vera mi ispira, si vede, permea tutto quello che scrivo, ma è vero anche il contrario. E’ vero che dal blog nascono idee che poi migliorano la mia vita vera, è il caso del menù settimanale che è nato con lo scopo di semplificarmi la vita, ma il fatto di metterlo a disposizione dei miei lettori mi offre spunti, idee per la sua stesura.

L’idea della rubrica sull’arte per i bambini è una sfida che nasce per darmi occasioni di dilettarmi in attività creative con Filippo e il fatto di condividerle  con voi mi ritorna spunti e idee interessanti che posso poi  approfondire.

Il blog è ovviamente al servizio di chi scrive, perché per me è anche un diario, un posto dove sfogarmi, psicanalizzarmi, ma cerco sempre di farlo lasciando la porta aperta a chi legge, chiedendo consigli, suggerimenti. Mi piace l’idea che il blog sia al servizio di chi legge, perché se non è così a cosa serve? Non scriviamo per essere lette?

Ecco, io so che non tutto quello che scrivo è di vostro interesse, ma voglio dirvi che io ci penso a voi quando scrivo e che provo a fare in modo che lo sia.

Io cerco anche di leggere molto: mi piace scoprire vite nuove, affacciarmi alla finestra delle loro case e guardarci dentro, leggo molti blog, mi piace scovarne di nuovi e tornare dove ho letto cose belle…

Al contrario a volte mi succede di arrivare infondo ad un post e domandarmi basita: ma che ha scritto? Cioè veramente ha raccontato di questa cosa? Cioè veramente questa cosa merita un post? Merita che altre persone vengano qui a leggerla?

E non dico che bisogna per forza avere una vita fichissima, piena di incontri, uscite, occasioni, esperienze, no, la mia stessa vita può apparire molto noiosa, e quel che è vero oltre ogni ragionevole dubbio è che ognuno ha diritto di vivere la sua vita nel modo che ritiene più opportuno e di raccontarne la parte che ritiene più opportuna, ma io questa sensazione certe volte ce l’ho. Voi no?

Non sto dicendo che i miei argomenti sono interessanti e quelli di altri no, ma che io mi sento presa in giro quando leggo un post e mi rendo conto che è stato scritto solo per ricevere visite, con un titolo altisonante, una bella foto e poco contenuto… A voi non capita mai?

Non vi sentite un po’ presi in giro quando arrivate infondo ad un post che non sa di niente?

Un po’ come questo mio sconclusionato sfogo…

Non credete che dovremmo diventare un po’ più esigenti quando leggiamo? Che dovremmo andare al di là della copertina dorata e deciderci a non tornare su un blog se più di una volta quello che abbiamo trovato era poco più di niente?

Ecco, non so se mi sono spiegata, penso di no. Spero che nessuno si senta offeso da quello che ho scritto, son pensieri in libertà, voi continuate a fare il vostro, come l’avete fatto, continuate a scrivere del niente, se lo fate con gusto e vi divertite. Ma sappiate una cosa, io non vi leggo più!

Troppo strega?

io-non-vi-leggo-più

Questo post partecipa alla Staffetta di BLOG in BLOG: ogni mese un tema scelto con un sondaggio nel gruppo Facebook omonimo viene svolto e pubblicato a reti unificate il 15 del mese alle ore 9.00. Questo mese il tema era Strega o Fata?

42 Comments

  • malanotteno ha detto:

    quanto mi piace la tua interpretazione di questo tema!!!!!!
    Brava!
    Inoltre: si, sono d’accordo, anche se a volte l’utilità del post dipende da chi legge. Credo. Io ultimamente sto snobbando qualche blog “dorato” perchè non lo trovo più interessante, e ho sempre evitato o non letto i blog che non hanno rispetto dei propri lettori, in cui si pubblicizza e basta o in cui si cura poco la sintassi o la grammatica!

  • stellegemelle ha detto:

    si un pò strega lo sei! 😉

  • Micaela ha detto:

    Io vorrei fare qualche nome… ma non si può, vero!?

  • Norma ha detto:

    Ognuno ha interessi e modi di vedere diversi, nessuno si deve sentire in obbligo di frequentare Blog che non gli interessano.
    Anch’io ho i miei preferiti, quelli in cui vado spesso perché hanno notizie che mi interessano.
    Neppure a me piacciono le cose fatte tanto per farle, le cose troppo grossolane con poco italiano e tanta pubblicità ed allora non ci vado.
    Ciao
    Norma

  • Diciamo che sei stata molto diretta…:D. In effetti hai ragione, certi blog sono inguardabili, però è soggettivo, ciò che interessa a me può sembrare nulla a te. Per fortuna, come dici tu, abbiamo il potere di scegliere leggendo!

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      esatto! a me andava di dire quello che penso, anche se ovviamente non è che posso dirlo direttamente alle dirette interessate! ^_^
      Però, ecco indirettamente volevo che passasse il messaggio che il lettore e ne accorge.
      Dove il lettore, sono IO!

  • Alessandra ha detto:

    Fortunatamente abbiamo la libertà di scrivere e leggere secondo i nostri gusti ed interessi, al di là del nostro essere più o meno strega!

  • twinsbimamma ha detto:

    io all’inizio leggevo molti blog, alcuni avevano pubblicato libri dalle esperienze di bloggger….poi ho cominciato a scegliere quelli che mi ispiravano sia per i contenuti artistici, culinari, di vita vissuta ed altro…ho il mio personale blogroll alla fine della pagina del mio blog perchè è un punto di riferimento…. adoro leggere gli altri per gli spunti che mi offrono ma è altrettanto vero che molte volte ho aperto blog pensando di leggere una argomento interessante ed invece c’era solo un titolo ma poca sostanza….mi piace seguire altri blog perchè mi sono resa conto che il mio rapporto di dire e fare con i bambini è cambiato, migliorato perchè a volte in noi sono nascoste tante qualità di genitore che non sappiamo di avere e leggendo dei post mi dico: ma che bello posso farlo anche io….e poi mi piace condividere le mie giornate …. non siamo tutti uguali e anche nel discorso dei blog questo è dimostrato….comunque io spero sempre di fare nuove amicizie perchè mi sento + “ricca” dentro….. da una che a volte si sente un pò streghetta !!

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Barbara, quando ci si apre al confronto, non si è mai banali, anche per me il blog è nato per questo e continua ad essere soprattutto questo.
      Senza commenti, spunti di riflessione, io non scrivere più!

      Ma non è certo la quotidianità il vuoto di contenuti di cui parlo io, io parlo delle vetrine agghindate ad arte che poi dietro non hanno nulla.

  • elisa tinella ha detto:

    Quello che hai scritto è la pura verità. Non aggiungo altro perchè è un periodo pesante di suo, e non sarebbe carino mettere in discussione qui i blog altrui. Buona giornata Federica!

  • Silvia ha detto:

    Carissima, ti seguo su tw e apprezzo i tuoi consigli. Sinceramente non seguo i blog perché sono un po’ pigra 😉 e poi mi chiedo ” ma cosa avranno da scrivere?”. Questa domanda me la son fatta fin dai tempi della scuola quando durante i temi vedevo le mie compagne scrivere pagine e pagine e io lì con il mio foglio candido e due frasi scontate. Quindi un po’ mi è rimasta una sorta di invidia per chi scrive con facilità :-D. Per me sei una fata.Un abbraccio ai tuoi bimbi

  • samantagiambarresi ha detto:

    Penso che ognuno è libero di scrivere quello che gli va… eppure, come dici tu, esistono blog “patinati” che ti lasciano indifferenti, o blogger che ti dicono esplicitamente che ti seguono e t’invitano a fare altrettanto perchè loro scopo è avere tante entrate nel loro blog!

  • claudia ha detto:

    Mi trovi in parte d’accordo… dico in parte perchè io dopo due righe noiose non vado oltre e magari mi perdo contenuti interessanti. Forse sbaglio ma ,se non c’è feeling immediato, vado oltre e non scelgo mai in base alla popolarità. Insomma, visto che stiamo parlando di streghe, si deve creare alchimia!!!

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Molto interessante il tuo commento.
      Io su questo aspetto ho molto da lavorare.
      Ho letto tante volte che è molto importante curare la parte iniziale del post perché è quella che cattura il lettore, ma non sempre ci riesco.
      Grazie. Ci lavorerò!

  • Ciccola ha detto:

    Io invece da oggi ti leggo! 🙂

  • Danila ha detto:

    una dichiarazione tosta la tua!
    inutile negare che condivido, sul vuoto di parecchi contenitori. fortuna che la moda del blog è scoppiata in pieno(c’è da fare parecchio zapping!)
    complimenti, sai quante orecchie a fischiar..

    • Fede ha detto:

      Grazie Danila. Ero in dubbio sul l’opportunità di pubblicare questo post, ma sentivo così e l’ho pubblicato.
      I vostri commenti mi rincuorano perché capisco che non son la sola ad aver aperto gli occhi.

  • maria chiara ha detto:

    Apprezzo la tua sincerità e coerenza… io, per essere strega fino in fondo, farei anche i nomi!
    Baci

  • Barbara ha detto:

    Bello sfogo il tuo, mi piace! Comunque sei una strega, ma buona!!! Spero di non essere finita nell’elenco dei blog che non leggi più ;P

  • eheheh io potrei esserci finita nell’elenco dei blog “bannati” 😀
    sono gusti, in effetti…io per esempio cerco sopratutto blog che parlino di vita vissuta, pensieri e sensazioni e ho cercato le mamme blogger per capire se solo io provavo quelle cose…per conoscere altri punti di vista… sì, per carità, mi interessa anche sapere come altre mamme hanno gestito i primi dentini o le pappe ma…in fondo mi fido solo della pediatra e ho tantissime amiche mamme che saprebbero dirmi cosa fare. Poi per dire, i suggerimenti sull’arte o sui libri…quelli sono stimoli interessanti, per esempio (sempre secondo il mio umile parere), mi interessano perchè sono rare le mamme che conosco che ne sanno qualcosa o che se ne preoccupano davvero.
    Devo dire che tra le blogger ho trovato poche mamme davvero noiose…a me urtano di più i blog nati per fare pubblicità e basta, che scrivono solo post pubblicitari…ma non capisco come mai hanno anche più follower e commenti non dico di me (ok, posso anche non piacere…) ma anche di molte blogger che scrivono in modo accattivante, divertente ecc. vabbè sì sei un po’ strega ma ti si perdona! 🙂

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Beatrice, hai elencato il genere di post e di mamma blogger che cerco io. che leggo volentieri, quelle con cui ti puoi confrontare, da cui puoi imparare, prendere spunto…

      Io parlo di quelle che scrivono il nulla… e ce ne sono credimi!

  • Mamma Fo ha detto:

    Anche io quando scrivo un post mi chiedo se sia fuoriluogo o meno ma soprattutto se sia in linea con lo scopo per cui ho aperto il mio blog.
    So che qualcuno non trova interessanti i miei racconti, so che altri invece ne sono piacevolmente colpiti.
    Probabilmente capita anche a me di scrivere post non interessanti ma spero che almeno abbiamo dei contenuti.
    Però come capita a me di perdere interesse per certi blog a qualcuno sarà capitato o capiterà col mio, fa parte del gioco.
    E sai un “io non vi leggo più” ci sta tutto ^_^
    bellissima interpretazione del tema del mese, complimenti.

  • Zia Ita ha detto:

    Orpo! Che botta il tuo post!
    Sono una neo-blogger, ma proprio neo… sto sperimentando un po’ tutto e di fatto non ho ancora preso una vera direzione…
    La tua stessa considerazione l’ho fatta prima di cominciare questa avventura, mi sono infatti chiesta: Perché qualcuno dovrebbe aver voglia di LEGGERMI?
    Mi sono risposta così: Io ci provo! Se non sarò interessante, non mi leggerà nessuno!
    …poi facendo un giro per il blog-mondo, ho visto che i blog con tanta pubblicità e pochi contenuti di concetto hanno moltissimi followers… Bò!?
    PS: a volte ti dicono che sei una strega quando dici la verità e non quello che gli altri vogliono sentirsi dire…

  • CeciliaKi ha detto:

    Mah, si sceglie cosa scrivere sul proprio blog o come scriverlo, ma si sceglie anche quali blog leggere. Perciò mi domando: perché ti incavoli per come tengono il loro blog gli altri invece di leggere semplicemente quelli che sono più vicini ai tuoi gusti? Se “non li leggi più” hai solo fatto una cosa buona per te. E’ l’importante. Per il resto, come dici tu, ognuno è libero di scrivere quel che gli pare, nel rispetto delle persone.

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Vero, ognuno è libero di scrivere, ma secondo me ci vuole più rispetto per chi legge e soprattutto selettività da parte del lettore, per mandare un messaggio chiaro.
      Io ho mandato un messaggio chiaro…

  • Stella ha detto:

    Ciao! Io purtroppo mi sento proprio come dici tu. Il mio é un blog personale, senza argomentazioni troppo serie o scientifiche e sinceramente mi piace che sia così, ma come dici tu alla fine mi sento anche un po’ stupida. Scrivo, con pochi riscontri e mi basta un commento o un mi piace per sentirmi felice. Ma dovrei fare di più, darmi più da fare.. Anche se il blog é davvero all’inizio.. Grazie per questo post, mi hai fatto riflettere. Comunque tu sei sempre interessante e io torno sempre a rileggerti. Un bacione Maestra stella

    • MammaMoglieDonna ha detto:

      Stella il tuo blog è personale e vero.
      Interessante? Per qualcuno può esserlo, per altri meno, proprio come il mio.
      Io parlo di gente che scrive del nulla, che appena apre bocca son tutti li intorno anche se non ha detto niente..
      tu, i blog personali come il tuo, non sono oggetto della mia discussione

      Felicissima di sapere che mi trovi interessante e che tornerai, anche perché ormai i tuoi commenti mi mancherebbero!!

  • Federicasole ha detto:

    Ciao Fede,
    all’inizio dell’avventura del blog ho pensato le tue stesse cose, perchè cercavo confronto e informazioni utili a risolvere alcune situazioni tipiche dei primi anni di vita dei bambini, adesso ho cambiato gusti nel tempo, mi piace anche visitare blog fatti di foto di viaggi per sognare, di vite all’estero, mentre prima cercavo proprio “qualità” e sostanza nei contenuti del testo, adesso ricerco anche soltanto foto emozionanti che sappiano rappresentare al meglio lo stato emotivo di chi in quel momento scrive. Mi piace che i blog siano a nostra disposizione e crescano e cambino con noi sulla linea del tempo, in base ai periodi che abbiamo. Poi certo ci sono gli “affezionati” a cui si fa sempre visita con piacere!Per fortuna abbiamo libertà di scelta!:-) Di blog vuoti non ne ho nella lista di quelli che visito, perchè li scarto all’ingresso!:-) Ultimamente purtroppo ne leggo pochi ma solo per questione di tempo!
    Baci!

  • Starsdancer ha detto:

    È una cosa che penso spesso anch’io e a volte mi fa davvero desistere dallo scrivere, in fondo agli altri non è che gliene freghi di quello che faccio o della mia vita, a volte scrivo solo per me, a volte scrivo per fissare delle cose, a volte valuto seriamente di chiudere bottega. Un po’ mi hanno stancato i blogger che scrivono solo per mostrare di saper scrivere o che scrivono tanto per avere visite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *