AmoLeggerti: Intervista a Ilde mamma di Ludovica

L’ospite di oggi per la mia intervista alle mamme che amano leggere ai bambini è Ilde, mamma dolce e premurosa della sua Ludovica, ma anche donna molto versatile, lo dimostrano i suoi blog e i suoi molteplici interessi.

Son contenta che abbia accettato di farsi intervistare per AmoLeggerti, perché così potete conoscerla meglio anche voi! Perciò mettetevi comodi e Buona lettura!!

foto-2-576x1024

 A che età hai iniziato a leggere la tua bambina? 

Fino a qualche mese fa si leggeva a casaccio diciamo così. Quando ludovica voleva sfogliare un libretto, lo apriva e a seconda delle sue intenzioni, lo sfogliava più o meno velocemente o si soffermava su di un particolare, su una pagina, come la sua curiosità di bimba (ha compiuto due anni solo la settimana scorsa..) le indicava.

Noi, io la assecondavamo, la assecondavo.

Con il suo papà, maestro di intonazione e dalla voce forse più sicura, lei da piccolina di 7-8 mesi, interagiva di più in tal senso e magari stava anche lì ferma ad ascoltare la lettura per intero. Con la mamma che era quella delle coccole, faceva fatica a concentrarsi. La mamma era quella di “voglio tutto da te, e ti dirò io come quando e perché, tu sei la mia mamma”.

Una relazione la nostra che ora invece si è evoluta.

Una sera, lo ricordo ancora, di qualche mese fa, era forse aprile o maggio, si è addormentata per la prima volta leggendole tutta la favola (da me modificata e rattoppata!) di Alice nel paese delle meraviglie.

Credo di poter dire che questo è stato il suo primo libro di lettura. Lo ha sfogliato riririri sfogliato, strappato non volendo, ne conosceva ogni scena e la pagina successiva veniva mimata ancor prima di apparire.

Ecco. Ora c è una grossa novità. L’asilo.

Ludovica già in soli due mesi è diventata più autonoma di quanto non lo fosse già, gioca anche da sola, cosa che prima non voleva, e si concentra molto di più su ciò che le viene proposto o che ci propone.

Ecco che ieri sera ci siamo soffermate a leggere nel lettone prima di addormentarci (ahimè faccio fatica ancora a star sveglia una volta che lei chiude gli occhi..) un libretto nuovo “Pinguino e Pigna”. Lei è ammaliata, accarezza le figure, ascolta..

Io sogno per lei..

Avere dei rituali tipo #laletturadellabuonanotte?

Come dicevo prima, non esiste un momento preciso e scandito, si legge ogni volta che se ne ha voglia. Ma le ore serali sono quelle più propizie.

E da poco abbiamo affinato il rituale della buonanotte con buoni rituali.

Ultimamente ho notato che quando Ludovica vuole la coccola dalla sua mamma, chiede una lettura accucciata tra le mie braccia e in silenzio finchè la storia non è terminata.. cosa si può voler di più dalla vita?

Quali sono le caratteristiche che un libro per bambini deve avere perché tu lo definisca un bel libro? D. la tua ricetta per trasmettere ai bambini l’amore per la lettura?

Come spesso mi viene naturale scrivere nelle mie piccole brevissime e umili recensioni da mamma, credo che un libro debba catturare subito l attenzione. Se il bimbo è piccolo, magari questo accade ma spesso è la mamma che sceglie per loro. E in base all’età ma soprattutto in base al bimbo, alle sue caratteristiche a ciò che è e che conosciamo di lui, sceglieremo un libro che cattura il nostro cuore ma che riuscirà a farlo interagire non per forza con semplicità, ma con entusiasmo. Non c è una regola o delle linee guida. Ogni bimbo e a se. Ogni bimbo troverà magia a suo modo in una pagina o un’altra.

Quali sono secondo te i benefici della lettura ad alta voce?

Non ho voluto mai credere in gravidanza a chi mi diceva, ostetrica e compagno compresi che dovevo iniziare a leggere per lei sin dal pancione. Ero troppo presa dalla gravidanza, dalle ansie.. tornassi indietro non saprei.. ho anche comprato qualche libretto che custodisco ma che non le ho mai letto in pancia. La musica invece si. Quella la ascoltavamo assieme. Forse non avevo abbastanza fiducia nel mio essere materna e nella mia facolta di dar qualcosa col solo timbro della mia voce.. chissà.. una volta tra le mie braccia, ludovica ha avuto da subito dei libretti, prima di stoffa, poi cartonati, poi dei veri libricini, tra le sue paffute ditine. Lei a 4 mesi sapeva cos era un libro! E la nostra casa a soli due anni, pullula di libri dai più belli ai meno belli ai più teneri ai meno teneri e siamo sommersi con immensa gioia!

foto-576x1024

Ludovica entra in una libreria e sfoglia sfoglia sfoglia. Lei è curiosa. Questo è già quello che mi basta. Che dite?

Grazie Ilde per al bellissima intervista!

E se volete approfondire la conoscenza di Ilde , la trovate sul suo blog Mamma di Ludovica


Spero che questa intervista vi sia piaciuta, vi aspetto settimana prossima.

Nel frattempo, se anche voi siete mamme che amano leggere ai bambini potete candidarvi per essere protagonisti della rubrica AmoLeggerti, scrivendomi all’indirizzo mammamogliedonna@hotmail.it e se volete prelevare il banner ed esporlo sul vostro blog linkando il post che spiega chi sono le mamme che AmoLeggerti

AmoLeggerti

Le altre interviste alle mamme che amano leggere ai bambini:

AmoLeggerti: Simonetta e il metodo L.A.V.A
AmoLeggerti: intervista a mamma Daria
AmoLeggerti: Intervista a mamma Marta Ufo’s Mom
AmoLeggerti: Intervista a Federica Sole
AmoLeggerti: Sabina di io con mio figlio

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *