La Valle dei Mulini

valle dei mulini

LA VALLE DEI MULINI – Nella Valle dei Mulini vivevano uomini, donne e ragazzi simili a tanti altri. Poi un giorno arrivarono le Macchine Perfette.

Grazie alle Macchine Perfette, tutto divenne perfetto. Bastava schiacciare un un bottone perché tutto fosse perfetto, così gli abitanti della valle smisero di sognare e di chiedere desideri alle stelle, dimenticarono perfino i mulini e del vento, che un giorno smise di soffiare.

Ma nella valle c’era ancora qualcuno che continuava a sognare, come Anna, la sarta del paese.

La valle dei mulini 2

Anna sognava di ricamare merletti di spuma di mare e bottoni di stelle e mantelli fatti di nuvole. Anna coltivava i suoi sogni anche di notte, mentre gli altri dormivano. E una notte conobbe l’Uomo-Uccello, anche lui con un sogno: volare, ballare con le nuvole, vedere il mondo all’incontrario.

L’Uomo-Uccello ha delle buffe cose attaccate alle braccia e racconta ad Anna di come ogni giorno provi invano a costruirsi delle ali che possano portarlo fino al cielo.

La valle dei mulini

Anna promette di cucire per lui un abito per volare.

Il giorno dopo studia e studia sui suoi trattati di sartoria, ma invano… E’ un bel problema far volare un gigante come fosse una piuma, alla fine ha un’idea…

Si reca al Giardino dei Soffioni lì dove gli uomini un tempo esprimevano i loro desideri, prima delle Macchine Perfette, prima che il Vento si fermasse.

Anna coglie un soffione, chiude gli occhi forte forte ed esprime un desiderio, poi soffia.

Anna sente una leggera brezza, è il vento che le accarezza i capelli, prende il soffione e lo porta via…

La valle dei mulini 3

Anna insegue il soffione e arriva ai piedi del Pettine del Vento, lì impigliati nei denti rocciosi trova i fili con cui può cucire l’abito per l’Uomo Uccello.

Finalmente Anna riesce a realizzare l’abito che aveva sempre sognato.

All’alba accade qualcosa di magico, i mulini che si svegliano, il Vento che riprende a soffiare riconsegnando ad ognuno i propri desideri sopiti le Macchine Perfette vengono spente nella Valle dei Mulini.

Il Vento arriva fino alla bottega di Anna, si infila nell’abito da lei cucito e lo porta all’Uomo-Uccello, come il più prezioso dei regali. E l’Uomo Uccello vola, tra le nuvole, con le ali dei suoi sogni

La valle dei mulini 4

Un libro incantevole, una storia dolcissima e illustrazioni meravigliose, che innamorano, come quelle di La grande fabbrica delle parole, che non mi stancherò mai di raccomandarvi.

Un libro che piace ai bimbi per i tanti elementi fantastici che ci sono, ma piace anche ai grandi perché fa riflettere sui sogni, sulla ricerca della felicità che poi non appaga… e tanto tanto altro…

Che è bellissimo, lo vedete da voi! Non fatevelo scappare!!

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *