La portinaia Apollonia – Orecchio Acerbo

apollonia

Il libro che vi racconto oggi è un libro per bambini sulla shoah e racconta la storia di un bambino ebreo nella Germania nazista del 1943.

Daniel, questo il suo nome, vive con la sua mamma. Il papà è partito, è scappato in verità, per sfuggire ai nazisti che lo avrebbero portato nei campi di lavoro. Loro cercavano uomini giovani per portarli via. Specialmente gli ebrei. Il papà se n’era andato per raggiungere i soldati buoni che stavano arrivando a cacciare quelli cattivi. E Daniel aveva immaginato che ci fossero i soldati buoni ad accoglierlo e abbracciarlo forte dall’altro lato del fiume.

apollonia.3

La mamma lavorava per le suore, ma lo faceva di nascosto perché agli ebrei era proibito lavorare. Forse volevano farli riposare, ma la mamma diceva che bisognava lavorare perché senza soldi non si mangia.

Nel palazzo di Daniel c’era una donna, la portinaia Apollonia e Daniel era convinto che fosse una strega, aveva talmente paura di lei che non le passava mai davanti se non era accompagnato dalla mamma.

apollonia.7

Anche quando usciva per comprare il pane, in fila con tutti gli altri, Daniel non rientrava se la mamma non gli andava incontro.

apollonia.2

Poi un brutto giorno, Daniel tornò a casa e chiamò la mamma, come sempre, perché si affacciasse e gli venisse incontro. Ma la mamma non rispose. Daniel sentì una mano che gli tappava la bocca e capì che la strega, la portinaia Apollonia, i suoi incubi peggiori diventavano realtà, la strega Apollonia lo aveva preso e lo portava giù giù in cantina e più giù fino alla stanza buia del carbone…Cosa voleva da lui? Cosa voleva fargli?

apollonia.4

Daniel era terrorizzato, ma poi sentì la voce della mamma e si tranquillizzò.

apollonia.5

La portinaia Apollonia lo aveva salvato, aveva avvisato la mamma dell’arrivo dei tedeschi per prelevarli e li aveva salvati, mamma e figlio, nascondendoli nella cantina.

Daniel capì che anche una strega certe volte può salvare un bambino.

Un libro molto commovente, con immagini meravigliose, veramente toccanti e le riflessioni del protagonista emozionano più di tutto, quello che è incomprensibile a lui, bambino indifeso cui tutto è taciuto, è quello che è incomprensibile a noi ancora oggi.

Un libro per ricordare… spero possiate apprezzarlo come abbiamo fatto noi.

La portinaia Apollonia di Lia Levi ed Emanuela Orciari, edito da Orecchio Acerbo ha vinto:

Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni

Super Premio Andersen Libro dell’anno 2005

Con questo libro partecipo al Venerdì del libro di HomeMadeMamma

23 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *