10 buone ragioni per la lettura della buonanotte

letturadellabuonanotte-1024x682

La lettura della buonanotte a casa mia

La lettura della buonanotte è un’abitudine irrinunciabile a casa mia!

La lettura della buonanotte è qualcosa a cui io per prima non potrei mai rinunciare: è un momento speciale, mio e dei bambini, un momento di quiete, di amore, di coccole…

Avete presente l’arcobaleno dopo la pioggia? La lettura della buonanotte per noi è l’arcobaleno dopo la pioggia. E’ noi tre, soli soli: i bimbi lavati e profumati, i pigiamini puliti, noi tre abbracciati sul letto, la luce soffusa e un bel libro, forse due… in verità almeno tre, uno scelto dal piccoletto, uno scelto dal mio ometto e uno scelto da me, e la lettura della buonanotte può cominciare.

La lettura della buonanotte sui social

Da quando ho lanciato l’hashtag #letturadellabuonanotte, qualche mese fa, noto che la partecipazione delle mamme è sempre più notevole e ne sono felice, perché son sicura che questo rituale non appartiene solo alla mia famiglia, ma anche a tantissime altre. Condividerlo sui social è un modo per promuoverlo, per partecipare attivamente anche attraverso la condivisione dei libri che si leggono, di come e perché si leggono. E mi piace scambiarci consigli di lettura per i nostri bambini e mi piace far passare il messaggio che la sera nelle case si legge la lettura della buonanotte.

Perché ci sono tantissime buone ragioni per assumere la buona abitudine della lettura della buonanotte.

Vi offro 10 buone ragioni per la lettura della buonanotte

1. Prima di tutto offrire un rituale fisso ai bambini li rende più sicuri, li tranquillizza rispetto a quello che li aspetta. I bambini hanno bisogno di regole, di routine e a mio avviso, al momento della nanna più che in altri. Al momento di andare a dormire si condensano pensieri, ansie, paure: dall’ansia di separazione, alla paura del buio. Per questo avvicinarsi a quel momento con una routine prestabilita e rassicurante li aiuta a rilassarsi e a predisporsi meglio al sonno

2. Arricchire il rituale della messa a letto con una lettura della buonanotte inserisce in un momento di per sé vissuto come negativo, l’andare a letto, un elemento positivo

3. La lettura della buonanotte può essere il momento per risolvere qualcosa che è rimasto in sospeso durante il giorno, malumori, piccoli problemi quotidiani a scuola o con gli amici. Proponendo libri per bambini sulle emozioni possiamo aiutarli ad elaborare il vissuto e a rasserenarli.

4. La lettura della buonanotte può essere un momento di riconciliazione, un momento positivo che cancella tutti gli screzi della giornata: anche se ci hanno fatto arrabbiare  o noi abbiamo fatto arrabbiare loro, non rinunciare alla lettura della buonanotte può essere un segnale di pace e di distensione

5. La lettura della buonanotte è un momento di condivisione: durante il giorno capita che io legga per l’uno o per l’altro libri scelti da loro o proposti da me, ma al momento della buonanotte, io leggo per tutti e due ed entrambi condividono i libri scelti da me e dall’altro. E’ un modo per condividere emozioni, per rispettarsi, per conoscersi, per arricchirsi reciprocamente

6. A volte la lettura della buonanotte può essere il momento giusto per fare loro un regalo: donargli un libro nuovo perché son stati bravi a scuola o solo per dire loro che li amiamo. A volte il regalo lo fa il fratellone “leggendo” per il fratellino

7. Associare la lettura ad un momento di tenerezza, di coccola, di rilassamento, li predispone positivamente verso la lettura e gli fa amare i libri perché associati a sensazioni materne, di accudimento e affetto

8. Possiamo sperimentare una lettura senza libri, inventare storie, come quelle che Pietro chiede alla sua mamma Grazia (bellissimo il loro rituale della buonanotte) sussurrata a luce spenta

9. Una volta acquisita l’abitudine alla lettura della buonanotte quando è ora di andare a dormire invece di dire ai bimbi “bimbi è ora di andare a letto” e sentirti dire “no, io non voglio” o “no, ancora un po’!” puoi dire “Bimbi, andate a scegliere il libro” e vederli correre felici in cameretta

10. La lettura della buonanotte può diventare uno dei momenti più piacevoli della giornata, per i bambini, ma anche per la mamma, è il momento irrinunciabile, che per una mamma che lavora può diventare uno dei pochi momenti di intimità e di coccola dopo una giornata di lavoro fuori casa, quello in cui ci si ritrova, quello che anche se durante il giorno non sei riuscita a trovare un momento per loro, sai che la sera, al momento della messa a letto sarai tutta per loro e loro tutti per te….

Se vi ho convinto, vi aspetto sui twitter con l’hastag #letturadellabuonanotte e/o sulla pagina facebook di MammaMoglieDonna, tutte le sere dalle 21.00 in poi per raccontarci la lettura della buonanotte.

Potrebbero interessarvi:

Librerie per bambini nel mondo
L’angolo lettura per i bambini
10 buoni motivi per non leggere ai bambini (ovviamente con tanta ironia!)
AmoLeggerti: interviste alle mamme che amano leggere ai bambini: candidati anche tu!

20 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *