Come i fiori di campo

Vi siete mai fermati ad osservare i fiori di campo in primavera?

Avete mai riflettuto sulla bellezza dei colori, delle loro sfumature quali neanche il pittore più ardito riuscirebbe a riprodurre?

Quando vado al paese dai miei, adoro passeggiare per le nostre stradine e incantarmi a guardare i fiori di campo. Guardarli mi dona serenità, pace, anche un lieve senso di ebrezza: la loro presenza è il segno della natura che rinasce, forte, orgogliosa e bella, piena di speranza per il futuro, di aspettative di vita e di bellezza.

Nella loro apparente semplicità, i fiori di campo nascondono una grande fierezza, una forza e una determinazione che li porta ad ergersi in mezzo agli altri senza che nessuno lo abbia chiesto, senza che nessuno li abbia seminati, innaffiati, voluti.

Li ammiro per la loro tenera bellezza, per i loro colori e la loro spontaneità.

Semplici eppure ognuno di loro a veder bene è perfetto e meraviglioso nel suo essere.

A volte mi sento come i fiori di campo, una in mezzo a tanti, semplice, ma di quella semplicità che nasconde una forza che solo chi vuole guardare oltre le apparenze riesce a trovare.

Fiera e modesta come i fiori di campo.

Timida eppure sicura del proprio valore come i fiori di campo.

Fiori-di-campo_m

Questo post partecipa alla Staffetta di Blog in Blog che ogni 15 del mese ci porta da un blog all’altro alla scoperta di nuove blogger e del loro modo di interpretare un tema comune preconcordato sul gruppo che gestisce l’evento. Questo mese il tema era Il fiore che mi rappresenta…

Dopo di me, se vi va, leggete il post di Marzia B. www.quellocheunadonnadice.blogspot.it

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *