Sammy Sparaballe – Lapis Edizioni

Sammy Sparaballe

I vostri bambini dicono le bugie? I miei no, o meglio, il piccoletto qualche volta lo fa… ma molto ingenuamente.

Il grande, se ci prova lo sgamo sempre, quindi abbiamo un accordo, lui dice la verità e io prometto di non arrabbiarmi troppo. Ovviamente il segreto è mantenere il patto, perché se viene a raccontarmi l’ennesima marachella nei confronti del fratello, ad esempio e io faccio seguire al suo racconto un urlo di Tarzan, ecco che il patto salta e la volta dopo, mi scordo la sincerità e il patto!

Non so se a casa si Sammy Sparaballe c’era un patto del genere, forse non c’era mai stato o forse c’era ma poi all’ennesima birichinata, la mamma non è riuscita a tenervi fede, così si è innescato quel meccanismo di bugie via via sempre più grosse, tanto da non sapere più come tornare a dire la verità.

Sammy Sparaballe non è semplicemente un bambino che mente per paura, lui è un genio della bugia, riesce ad inventare cose mirabolanti, ha una fantasia smisurata che se fosse usata in positivo farebbe di lui un genio apprezzato in tutto il mondo.

Sammy Sparaballe, usa la sua genialità per mentire, in ogni occasione, per qualunque motivo, lui mente e ne inventa di così divertenti da essere famoso per quello. Peccato che non tutti lo trovino divertente, non i professori, non il preside, non sua madre e suo padre.

E poi c’è Bet, la sua migliore amica, lei lo trova divertente, ne apprezza la genialità, sotto sotto gli piace, ma detesta come Sammy Sparaballe riesca a mettersi nei guai con le sue bugie.

E i guai non son mai stati così grandi come quando Sammy per sfuggire ad una banda di teppistelli che tiene sotto scacco la scuola intera, inventa di avere un cugino campione di karate, alto fino al soffitto e chiede ad una stella cadente di far avverare la sua bugia.

La stella esaudisce il suo desiderio, ma quella che sembrava la soluzione a tutti i suoi problemi, diventa una specie di maledizione perché da quel momento, Sammy tutte le sue bugie prendono corpo e diventano realtà. E se considerate che la bugie di Sammy Sparaballe sono talmente assurde, capirete bene che si scatenerà nella sua vita un vero finimondo: un cugino enorme, uno struzzo alto due metri e con i piedi umani fanno la loro comparsa in casa mentre il papà si rimpicciolisce fino a diventare alto poco più di un metro e persino gli alieni atterrano nel suo giardino mentre una mandria di criceti affamati assale la città…

Sammy Sparaballe metterà tutto a posto, o quasi, ma solo quando deciderà di confessare tutte le sue bugie.

Un libro simpaticissimo, scritto con ironia e intelligenza. Un linguaggio semplice che si presta bene per le prime letture senza immagini ai bambini dai 6 anni in su, ma anche per le prime letture autonome. Noi abbiamo riso dall’inizio alla fine… Buona lettura!

7 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *