I 7 benefici della lettura sui bambini

benefici-lettura-bambini

L’idea di scrivere questo post è nata da una conversazione col mio piccoletto di 3 anni che mi ha fatto riflettere su quanto ci sia dietro al gesto di leggere per i bambini.

E’ andata più o meno così:

 Lo sai che mamma ti ama?

Si, mamma e mi piace quando mi leggi i libri

In una solo frase un concentrato di emozioni e conferme.

Mio figlio riconosce che leggere è un atto di amore.

E allora se devo raccontare i benefici della lettura ai bambini, al primo posto metto

Sentirsi amati

Io ricordo spesso ai miei figli che li amo, mi piace ripeterlo loro la mattina quando si svegliano e li coccolo con caldi abbracci e la sera quando do loro il bacino della buonanotte, ma anche quando capita, così, en passant.

Quando il mio piccolino mi ha risposto associando il pensiero del mio amore per lui alla lettura, ho sentito la conferma, semmai ne avessi avuto bisogno, che l’amore passa attraverso la lettura, che i nostri bambini sentono che leggere per loro è un atto di amore.

Avete mai pensato a quanto dipendano da noi per quanto riguarda la lettura?

Salvo eccezioni, fino a 6-7 anni i bambini non sono in grado di leggere in autonomia, qualunque libro o scritta li incuriosisca, hanno bisogno di noi per leggerla.

E la nostra disponibilità in questo senso fa la differenza tra il sentirsi accolti o meno.

Quando leggiamo per loro, ci dedichiamo completamente a loro, regalando tempo di qualità che li fa sentire amati.

Sentirsi amati è uno dei più grandi benefici della lettura ai bambini.

Sviluppo intellettivo ed espressivo

I bambini abituati alla lettura parlano con maggiore proprietà di linguaggioconoscono le regole e i costrutti grammaticali senza che nessuno li abbia spiegati, solo perché le hanno imparate ascoltando.

Quando ho partecipato alla presentazione del corso di inglese della scuola Kids & Us, mi ha colpito molto il loro metodo educativo che prevede l’ascolto della lingua dai 9 mesi fino agli 8 anni e solo ad 8 anni, la scrittura in inglese. L’idea infatti è che i bambini inizino a scrivere quando padroneggiano già l’ascolto, la comprensione della lingua parlata.

Pensate quali enormi benefici può avere sullo sviluppo espressivo dei bambini l’esposizione prolungata alla lettura, anche per quanto riguarda la lingua madre.

Vocabolario più ricco

Con la lettura ad alta voce i bambini imparano nuovi vocaboli: quando si legge ai bambini si contribuisce ad arricchire il loro vocabolario con termini nuovi di cui si può spiegare il significato contestualizzandolo nell’uso che ne viene fatto nel testo.

Pur ritenendo valide le indicazioni circa l’età di lettura consigliata dagli editori, non di rado mi è capitato di leggere ai miei bambini libri destinati ad un pubblico di età maggiore della loro, li ho proposti a modo mio, eventualmente rivisitando alcuni aspetti, commentando con loro concetti poco chiari, ma mai cambiando le parole del testo.

Tra i benefici della lettura ai bambini c’è l’opportunità di far conoscere loro vocaboli non di uso comune: non sciupiamola modificandoli nell’errata convinzione di doverli abbassare al loro livello (io personalmente abolirei il “bambinese” da tutte le case e tutte le scuole).

Sviluppo emotivo

I bambini riconoscono il loro vissuto nei protagonisti dei libri, possono apprendere modi di gestire le emozioni e sviluppare quindi l’intelligenza emotiva che rappresenta la consapevolezza delle proprie emozioni positive e negative e la capacità di gestirle.

Creatività

Sono convinta che i libri per bambini possano stimolare la creatività dei bambini, mettere in moto la loro voglia di fare, di creare. Ci sono magici libri-gioco pensati per questo scopo, ma anche tanti altri libri per bambini sono in grado di aprire le porte alla fantasia: ora i personaggi prendono forma nei loro disegni, ora si animano in un teatrino fatto in casa, ora ispirano libri fai da te…

Successo a scuola

Molti studi evidenziano una relazione tra l’esposizione precoce alla lettura e il successo scolastico dei bambini.

Leggere ai bambini contribuisce ad aumentare la loro capacità di attenzione e di concentrazione, accresce il desiderio di imparare a leggere. 

La mia esperienza personale conferma questo dato: mio figlio è un bambino molto attento, curioso, frequenta la prima elementare e non vede l’ora di leggere da solo i suoi amati libri

Fiducia in sé stessi e nel futuro

I libri per bambini veicolano il messaggio che i sogni possono diventare realtà.

I libri insegnano ai bambini a credere nei loro sogni, a lottare per ciò in cui credono, a investire sul lieto fine: Lindbergh, un topolino, costruisce un aereo e sorvola l’oceano, un gruppo di rane sconfigge un lupo cattivo, tutto è possibile nei libri per bambini.

Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti

Cosa ne pensi? Credi anche tu nei benefici della lettura ai bambini? Hai riscontrato qualcuno di questi benefici da quando leggi a tuo figlio? Raccontamelo nei commenti…

4 Comments

  • chiara scrive:

    Ciao,
    io anche leggo libri a mia figlia (3 anni), glieli ho sempre letti da quando era piccola e ogni tanto gliene compro di nuovi. Ha già una nutrita biblioteca personale nella libreria del salone. I libri li uso anche come “letteratura di supporto” come mi piace definirla. CIoè per accompagnare con dolcezza i “grandi eventi” della loro vita: l’eliminazione del pannolino e, proprio di questi giorni, l’eliminazione del ciuccio. Ho iniziato un paio di mesi fa leggendo due libri sul dormire senza ciuccio e sulla relazione “bimbi grandi = bimbi senza ciuccio”. Li abbiamo letti migliaia di volte e commentati, e visto solo le figure e interpretati con le voci e spiegati… un bel giorno mia figlia mi ha detto che quella sera avrebbe dormito senza ciuccio come Anna (la protegonista di uno dei due libri) e che ormai era grande. Da quel giorno (10 giorni fa), niente più ciuccio. Senza drammi, senza lacrime. 🙂

    • Federica scrive:

      Chiara grazie per il tuo commento e benvenuta.
      Anche io credo molto nel potere terapeutico della lettura, credo che attraverso l’immedesimazione i bambini possano affrontare paure e prove difficili, come quelle che hai citato tu, come l’arrivo di un fratellino,
      Insegnate loro a cercare le risposte nei libri secondo me è un bellissimo messaggio.
      A presto
      Fede

  • Martina scrive:

    Mia figlia ha 14 mesi e ha sempre avuto tra i suoi giochi dei libri. Spesso glieli leggiamo , ma ultimamente la scopro “leggere” attentamente le immagini e riprodurne i suoni. Trascorre davvero molto tempo a sfogliare i libri, più di quanto ne dedica ad altri giochi. Quindi, piccoli lettori crescono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *