Spesa del mese di aprile

spesa del mese aprile

Aprile è un mese fantastico per quanto riguarda frutta e verdura: persiste ancora la frutta e verdura del periodo tipicamente invernale, perfetta per giornate con temperature un po’ più rigide, ma al tempo stesso cominciano a spuntare sui banchi la prima frutta e verdura della stagione primaverile, ideale per gli ultimi giorni di Aprile, generalmente più caldi. Possiamo quindi trarre da questi alimenti il meglio di entrambe le stagioni e fare il pieno di antiossidanti, vitamine e minerali.

Spesa del mese di aprile: l’importanza di mangiare secondo stagione

Benché sia un concetto più volte ripetuto, l’importanza di scegliere sempre frutta e verdura di stagione risiede in un semplice principio: la natura crea infatti le condizioni perfette per questi alimenti per poter crescere al meglio, alle giuste temperature e con la corretta quantità di sole in modo da ottenere il maggior contenuto di vitamine e minerali con il minor “sforzo” possibile e quindi con il minor quantitativo di pesticidi possibile, a differenza di quella fuori stagione.

Gli alimenti da includere nella spesa del mese di aprile: verdura

Tra le verdure ancora presenti dal periodo invernale troviamo il broccolo, il cavolfiore, la verza, il cavolo nero e la rucola, tutti appartenenti alla famiglia delle Brassicacee (o Crucifere) che, in quanto tali, sono molto ricchi di calcio ma anche di antiossidanti noti con il nome di composto fenolici, oltre a vitamine quali la C e l’acido folico.

Per mantenere tutte le loro proprietà il metodo di cottura ottimale è la cottura al vapore (eccetto che per la rucola e la verza che possono essere consumate crude) il che permette anche di mantenere una certa croccantezza per poterle gustare al meglio.
Dal mese di marzo troviamo invece ancora carciofi e asparagi, entrambi dalle proprietà depurative e dal basso potere calorico: gli asparagi sono ricchi di potassio, dall’azione antiinfiammatoria e antiossidante, mentre i carciofi sono ricchi di fibre, calcio, ferro e magnesio e mostrano funzione epato-protettiva.

Entrambi sono perfetti cotti in padella con un goccio d’acqua e un filo d’olio.

Tra le verdure primaverili, cominciamo a trovare invece le prime fave, fonte di proteine vegetali e dalle svariate proprietà: ricche di ferro, possono essere un alleato contro l’anemia, sono anche ricche di acido folico e di fibre che conferiscono loro capacità ipocolesterolemizzanti e ipoglicemizzanti.

Tra le altre verdure che possiamo reperire, sempre dal periodo invernale, abbiamo cicoria, finocchi, carote, aglio e cipolla.

Gli alimenti da includere nella spesa del mese di aprile: frutta

Per quanto riguarda invece la frutta, troviamo ancora arance, pompelmi e limoni, fonti importanti di vitamina C, con cui possiamo ad esempio condire un’insalata di spinacini per aumentarne l’assorbimento di ferro, e le pere, ricche di fibre importanti per regolarizzare l’intestino nonché ricche di potassio e antiossidanti.

Infine cominciano a spuntare anche le prime fragole: queste ultime sono un’ottima fonte di vitamine quali la E, K e del gruppo B e di sali minerali quali ferro, fosforo, calcio e magnesio oltre a possedere un contenuto di vitamina C anche più elevato degli agrumi (54 mg ogni 100 gr di alimento, per un fabbisogno giornaliero in media di 100 mg); contengono inoltre acido ellagico, un composto che sembra avere importanti effetti antitumorali.

Dal potere depurativo e diuretico, apportano poche calorie e sono perfette non solo come spuntino ma anche sotto forma di smoothie frullate con del latte.

Dott.ssa Paola Pantaleoni

Potrebbero interessarvi:

Menù settimanale aprile

Alimentazione in gravidanza | Bisogna mangiare per due? 

Come organizzare la spesa settimanale

Come organizzare un menù settimanale

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *