Libri per bambini: La vera storia dell’arte

Vi siete mai chiesti come nasce un’opera d’arte?

No? La storia dell’arte è costellata di capolavori nati più o meno per caso, dall’ispirazione del momento.

Altri capolavori sono nati da studi accurati, bozzetti stracciati e ricominciati, ma certo l’idea che qualcuno abbia creato un’opera d’arte per un colpo di fulmine, un scintilla improvvisa, queste si che sono cose che colpiscono, no?

Vi piacerebbe sapere cosa è scattato nella mente di artisti famosi nell’istante in cui hanno creato capolavori giunti fino a noi?

Insomma vi piacerebbe che qualcuno vi raccontasse la vera storia dell’arte?

Alexis Lemoine è un grane appassionato di arte e letteratura che trae ispirazione da dipinti classici e moderni.

Sylvain Coissard è un agente letterario che lavora per autori ed editori di fumetti e libri per ragazzi.

Roberto Piumini (devo dirvi chi è? ok, ok, lo dico) è uno dei più importanti scrittori italiani per ragazzi, autore di libri di fiabe, racconti, romanzi, filastrocche, poesie, testi teatrali, programmi televisivi quali l’Albero Azzurro.

Ecco, loro sono gli autori di La (vera!) storia dell’arte edito da Sonda un libro geniale e ironico che piacerà a voi e ai vostri bambini e che gioca ad immaginare come possano essere venuti fuori alcune delle opere d’arte più famose di artisti come Arcimboldo, Van Gogh, Cezanne, Da Vinci, Munch, Goya e tanti altri.

Ecco come si sono immaginati la vera storia dell’arte…

Guardate questa sequenza: il prima, la causa scatenante, il poi, ovvero l’opera d’arte fatta e finita

la vera storia dell'arte

Gustave Coubert, Uomo disperato (autoritratto), 1844

La spiegazione, nei versi di Roberto Piumini…

Internavigava lieto,
ammaliato, concentrato,
sprofondava nel segreto elettron-iconizzato,
nel bell’ordine che c’era.
File a file, fail a fail,
nella quieta logosfera
pronunciava imeil l’email,
finchè, rapida bufera,
bieco baco inaspettato,
venne il virus.
Lieto era, ora invece è disperato.

la vera storia dell'arte 3

Giuseppe Arcimboldo, L’acqua, 1566

Corsaro sfacciato,
pirata arrogante,
brigante malnato
e grande lestofante
puoi anche vantare
la tua brutta storia,
ma sappi che il mare
ha buona memoria:
vergogna profonda,
dal fondo s’affaccia
lo schiaffo di un’onda
e ti sciacqua la faccia.

la vera storia dell'arte 2

Auguste Renoir, Colazione di canottieri, 1881

Com’è bella giovinezza
che si fugge tuttavia:
che la nostra vita sia
coronata d’allegrezza!
Il silenzio è buona cosa,
e la quiete una virtù,
però vale ancor di più
una compagnia festosa.
Cosa ottima, la pace,
bella la tranquillità:
ma chi poi le canterà
se, chi le possiede, tace?

la vera storia dell'arte 4

Vincente Van Gogh, La stanza di Van Gogh ad Arles, 1889

Nell’artista, lo si sa,
c’è disordine efficiente:
vive in gran creatività,
ma disordinatamente.
Ma al momento di creare
di comporre il suo lavoro,
ha un po’ d’ordine da fare,
da salvare un po’ di decoro.
L’arte è libera si sa
però il caos non le si addice:
parla nella libertà,
ma sa bene quel che dice.

Ora ditemi, cosa ne pensate di questa pazza, vera storia dell’arte?!

I versi non son semplicissimi da leggere ai bambini, ma son sicura che troverete anche voi una chiave di lettura per proporre questo delizioso, dissacrante librino!

la vera storia dell'arte copertina

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *