Tutti per uno.. una tavola per tutti!

tutti per uno una tavola per tutti copertina

Chi mi segue sa quanto conta per me l’educazione alimentare dei bambini, cerco da sempre di insegnare loro l’origine degli alimenti, anche attraverso la creazione di un piccolo orto sul terrazzo o l’utilizzo di libri per bambini sul tema del cibo, dalle connotazioni scientifiche e divertenti insieme.

Da sempre cerco di abituarli alle verdure come contorno, ma anche come protagoniste dei miei primi piatti, perché le verdure fanno bene, perché le verdure son buonissime!

Ma il tipo di educazione alimentare di cui parlo oggi non riguarda le verdure, bensì le intolleranze alimentari.

Si perché ormai le intolleranze alimentari sono sempre più comuni, anche tra i bambini e i nostri figli si trovano amichetti a scuola, compagni di banco o di merenda che devono stare attenti a quello che mangiano.

I bambini notano immediatamente queste cose, chiedono, si interrogano sul significato di termini che sentono dire dai loro amici, cui sono tristemente noti, ma che loro non conosco, come celiachia, glutine, ecc..

I bambini che soffrono di intolleranze alimentari son costretti ad una alimentazione differenziata che spesso li fa sentire discriminati, diversi.

Ecco perché ho trovato davvero bellissima la campagna di FederFarma Genova dal titolo Tutti per uno.. una tavola per tutti con lo scopo di spiegare ai bambini le intolleranze alimentari attraverso la diffusione di un opuscolo con contenuti studiati per i bambini e illustrazioni da far invidia ai libri per bambini che tanto adoro che spiegano come preparare un pasto adatto a tutti, anche se ci sono a tavola persone con intolleranze alimentari.

La campagna si concretizza nell’offerta alle famiglie di un opuscolo informativo da ritirarsi nelle 305 farmacie aderenti di Genova e provincia, che spiega come alcuni bambini debbano stare attenti ai “cibi che brontolano” perché possono far male, dar loro dolori di pancia e impedirgli di crescere forti e sani.

L’opuscolo si propone di insegnare ai bambini a distinguere appunto tra “cibo che brontola” e “cibo che sorride”, ma soprattutto di parlare di inclusione alimentare attraverso quattro sfide interattive per imparare, giocando, che a tavola tutti i bambini sono ugualmente diversi.

Creato da Cucina mancina, l’opuscolo è un libro gioco da leggersi e compilare insieme ai bambini,

tutti per uno una tavola per tutti

L’intento è quello di sensibilizzare i bambini sulla “mancinità alimentare” dei loro coetanei e invitarli a proporre loro una alimentazione che vada bene per tutti, perché non è vero ce un bambino intollerante al lattosio non può mangiare il gelato, si può andare insieme a prendere una bella granita di frutta!

tutti per uno una tavola per tutti 2

Sull’opuscolo di Tutti per uno.. una tavola per tutti i bambini sono invitati ad inventare la loro storia di inclusione alimentare e consegnandola in farmacia potranno ricevere le calamite dei quattro simpatici personaggi protagonisti dell’opuscolo Gino Glutìno, Ma-Galassia, Pirata Pinzimonio e Jenny Fruttella.

tutti per uno una tavola per tutti 3

 

Sensibilizzare i bambini su questi temi credo sia un segno di grande civiltà. Spero che il progetto per ora partito solo su Genova si allarghi presto a tutta l’Italia.

Intanto se siete curiosi di sapere come sta andando, sul blog della Farmacia Serra trovate le istruzioni per condividere le foto della campagna su instagram, così tramite gli hashtag ufficiali potete saperne di più!

Tutti per uno.. una tavola per tutti è un progetto bellissimo di cui son sicura beneficeranno i bambini, ma anche tanti genitori!

Per non parlare della gioia dei bambini con “mancinità alimentari” nel vedersi così bene riconosciuti attraverso questa campagna!

Complimenti a Farmacia Serra, a FederFarma Genova, a Cucina Mancina, per averla ideata! Bravissimi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *