Papà è gay: un libro per spiegarlo ai bambini

Nelle scorse settimane il mondo delle appassionate di libri per bambini si è scagliato con convinzione contro il tentativo di censura del sindaco di Venezia che si proponeva di bloccare un progetto culturale in corso nelle scuole sul tema dell’omogenitorialità (ne parlavo qui: La censura ai tempi di Piccolo Blu e Piccolo Giallo).

Ci son stati incontri e dibattiti, online ed offline sul tema, da una chiacchierata con una mamma che conosco e seguo da tanto tempo, è nata l’idea di farmi raccontare e condividere con voi, uno dei libri censurati, si tratta de  Qual è il segreto di papà? di Francesca Pardi e Desideria Guicciardini, edito da Lo Stampatello, un libro che tratta della separazione tra due genitori, di cui uno gay.

il segreto di papà

Lei è Barbara,  mammablogger su Btwinsbimamma.

Qual è il segreto di papà?

Ho trovato questo libro per caso nei libri disponibili nel B&B dove abbiamo soggiornato in occasione di una gita a Verona.

I miei bambini ne avevano portato qualcuno per il viaggio ma io gli ho proposto questa lettura, la grafica è semplice e mette al centro della storia due bambini che affrontano la separazione dei genitori e questo inizialmente sembra il filo conduttore della storia e invece seguendo i racconti e le confidenze dei bimbi sembra che la loro preoccupazione sia lo strano comportamento del padre.

Mentre la mamma ha una relazione, il papà sembra nascondere qualcosa, un segreto, da qui il titolo del libro.

La spiegazione alla fine è semplice il papà è fidanzato con un altra persona: un uomo.

Diciamo che mentre la bambina   è contenta di vedere il padre felice, il maschietto rimane turbato ma poi aiutato anche dalla maestra a cui il papà chiede aiuto, comincia a capire la situazione ed è felice di giocare con il
compagno del papà.

Cosa ho pensato dopo questa lettura?

All’inizio non ho capito che trattasse un argomento così importante e poi per un attimo sono rimasta indecisa se proporlo o meno ai miei bambini (due gemelli di 8 anni), ma ho capito che era un tema importante trattato con la leggerezza necessaria a far comprendere la situazione senza però indugiare troppo sulla diversità dei rapporti perché poi alla fine se tutti sono contenti e sereni la storia potrebbe finire come in tutte le belle storie che si rispettino: e vissero tutti felici e contenti.

Ecco un libro che affronta un tema importante con la semplicità che caratterizza tutti i libri per bambini.

Come hanno reagito i bambini alla lettura del libro?

I bambini non sono rimasti turbati durante la lettura perché il tutto è raccontato in un modo semplice mostrando la storia di una famiglia felice anche se “diversa”.

A mio figlio la parola gay non era ancora chiara dopo la lettura, ma in altra occasione abbiamo chiarito il concetto. Un giorno è tornato dal centro estivo dicendo che una bambina gli aveva chiesto se era gay. Sinceramente non so neanche se la bambina sapesse il significato,  a volte i bambini dicono cose tanto per dire o se ci fosse un contesto particolare (un gioco diciamo femminile tipo bambole o altro) e mio marito ha cercato di chiarire meglio il concetto. Penso che comunque il libro sia un ottimo punto di partenza per trattare un argomento che forse può intimorire noi mamme, ma che per i bambini se spiegato con semplicità e senza pregiudizi diventa molto semplice.

Adoro i libri che aiutano a comprendere i fatti della vita in modo semplice e a misura di bimbo!

 

Spero che il post di Barbara vi sia piaciuto, la ringrazio per avermi offerto la possibilità, di raccontarvi questo libro che non conoscevo e mi piacerebbe ora parlarne con voi, nei commenti. Cosa pensate di questi temi? Vi sentite pronti ad affrontarli con i vostri figli?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *