Leggere sotto l’ombrellone

Leggere sotto l’ombrellone è sempre stata una mia passione, anche adesso, nonostante i bambini mi lascino poco tempo per starmene sdraiata al sole, ho sempre un libro nella mia borsa.

Leggere sotto l’ombrellone è sempre stato per me un modo per rilassarmi, per evadere, per staccare la spina, per isolarmi dal mondo reale e vivere nel mondo del libro.

Immagino che sia un po’ per tutti così, si ha tempo, si è rilassati e si ha voglia di evasione, no?

Anche quest’anno ho letto moltissimo in spiaggia. Sono sicura che state immaginando libri di spessore o libri con cui volare con la fantasia in mondi lontani e sconosciuti, libri appassionati da cui farsi travolgere e sconvolgere. Ebbene no, quest’anno le mie sono state letture impegnate.

Come sapere la mia vita è moolto complicata, come quella di tante mamme, divisa tra lavoro di responsabilità, famiglia e blog. Leggo moltissimo, ma devo essere sincera, leggo per i miei bambini, per me pochissimo. Non trovo il tempo. E’ un sacrilegio, lo so, ma è così.

E allora quest’anno sotto l’ombrellone ho rimediato, ho portato con me libri di approfondimento che da troppo tempo erano sul mio comodino sbocconcellati, ma mai letti veramente che avevano bisogno di calma, lucidità e tranquillità

Non ho scelto libri di evasione, ma libri di approfondimento su temi che non riuscivo ad approfondire in altri momenti: ho finalmente finito il bellissimo Genitori e figli insieme. Dall’infanzia all’adolescenza con amore e rispetto (se non l’avete letto, non perdete il suo splendido Besame Mucho, un libro che tutte le mamme dovrebbero leggere) un libro che è una ventata di aria fresca, che ribadisce cose che sai già e ti fa riflettere su tante altre, un libro, come anche Besame Mucho, da leggere e poi rispolverare ogni tanto. Per sicurezza forse lo terrò sul comodino ancora per qualche anno… ^_^

Poi ho letto un libro di cui avevo un disperato bisogno per il mio lavoro, si chiama Time management. Accrescere la propria produttività ed efficacia ed è un libro che offre interessanti consigli e spunti per rendere più produttivo l’impiego del tempo di chi, come me, gestisce progetti. Ho già selezionato un altro paio di titoli della stessa collana che secondo me mi aiuteranno molto a focalizzare il mio lavoro.

E poi ho letto  Strategie e tattiche di Facebook Marketing per aziende e professionisti e Facebook marketing. Comunicare e vendere con il social network n. 1, due libri con contenuti simili, ma spunti diversi per capire come lavorare con Facebook, perché io non sono una che ama l’improvvisazione, ma al contrario credo che i risultati si ottengano con lo studio e l’impegno, in tutti i contesti. Poi certo, c’è chi nasce con una innata creatività o capacità di comunicazione e chi invece la deve acquisire, ognuno trova la sua strada e il suo stile, ma secondo me non si può prescindere dallo studio.

Ho letto finalmente Mamma planner. Come organizzare al meglio la giornata, riuscire a fare tutto e avere più tempo per te! della mia amica Adriana, un libro di cui vi parlerò presto, ma che intanto voglio dirvi mi ha dato la scossa di cui avevo bisogno.

E seguendo il buon esempio della mamma, anche il mio ometto ha letto moltissimo: ora è appassionato di fumetti, sta leggendo diversi titoli dalla serie Le più belle storie Disney, lui ha scelto i temi Antica Roma, Preistoria, Storie Mostruose e ora Arte. Molto carine. Ora dai nonni ha portato anche altri libri di cui vi parlerò presto…

leggere sotto l'ombrellone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *