Trasloco da dove iniziare

 

Mi appresto ad iniziare le pratiche per il trasloco e cerco di organizzarmi al meglio, tra decisioni difficili da prendere e voglia di novità.

Chiunque di noi abbia traslocato sa bene quanto sia complicato e laborioso organizzare un trasloco, in più questa volta non trasloco solo i miei vestiti, libri, scarpe, borse, ma anche vestiti, libri, scarpe, giochi dei bambini e non sarà facile… Per ora prevale l’entusiasmo e quindi provo serenamente ad organizzare le prossime attività. Mi date una mano con la lista delle cose da fare e sul come procedere?

Trasloco: to do list

  1. Contattare ditte traslochi per preventivo: devo trasferire mobili oltre la lunga lista di oggetti di cui sopra, per cui pensavo di imballare da sola vestiti e stoviglie e libri, ma chiedere ad una ditta di traslochi per la movimentazione dei mobili.
  2. Stilare la lista delle cose da fare:
    1. chiusura contratti energia elettrica/gas
    2. comunicare cambio abitazione all’ente preposto per la tassa sui rifiuti
    3. cambio residenza comune
    4. pratiche cambio scuola dei bambini
    5. cambiare indirizzo spedizione Amazon
  3. Dividere le attività stanza per stanza e pianificare: per quanto difficile proverò a una lista delle cose che intendiamo portare via e ad organizzarmi in ordine di priorità su cosa fare prima e cosa dopo.
  4. Iniziare dalle cose futili:  contrariamente a quanto si possa immaginare, io credo che inizierò dalle cose futili: vasi, quadri, cornici e quanto altro di superfluo avete sulle vostre mensole/madie/console. Con la mente fresca da “ho appena iniziato” spero di riuscire a selezionare meglio cosa tenere e cosa buttare via/regalare.
  5. Imballare prima quello che non serve: il servizio di piatti che non usiamo tutti i giorni, l’elettrodomestico che non usiamo spesso, ecc… saranno le prime ad essere messe via. Le cose di uso comune saranno le ultime perché ci serviranno fino all’ultimo giorno.
  6. Procurare scatoloni e materiale da imballo (Necessario per Trasloco): ora che abbiamo le idee più chiare su cosa portare e cosa no, potremo decidere meglio di cosa abbiamo bisogno per portarlo con noi nella nuova casa, scatoloni, ma anche materiale da imballo per garantire che tutto arrivi sano e salvo a destinazione e sacchetti per i vestiti, ecc…
  7. Trasformare la necessità in opportunità: il trasloco è una opportunità per buttare tutte le cose che non servono, quelle scarpe che prima o poi rimetteremo e non abbiamo più rimesso, quel vestito che se dimagrisco un po’ mi sta meglio… niente! Basta! Regalare o buttare deve essere la parola d’ordine. E poi meno roba avremo da traslocare, meno ne imballeremo, meno ne dovremmo riporre una volta nella nuova casa.
  8. Dividere il contenuto in base alle stanze e indicarlo chiaramente sulle scatole: sembra una ovvietà ma non lo è e invece nella nuova casa avremo bisogno di avere le cose ordinate e pronte per essere riposte stanza per stanza per essere più precisi ed efficienti.

Mi date altri consigli utili?

2 Comments

  • Laura ha detto:

    A volte con pochi euro in piu le ditte di traslochi fanno anche parte dell imballaggio.L ultima volta che me ne sono servita mi hanno traslocato l armadio guardaroba praticamente pieno e me lo hanno rimontato circa presso nello stesso ordine! E mi hanno fornito anche scatoloni e nastro da imballaggio.
    Il cambio di indirizzo va comunicatp a un sacco di gente (banca,amministratore di condominio,datore di lavoro,dottore,emittente carta di credito…etc) per tutto il resto consiglio il servizio seguimi di Poste Italiane.
    Iniziare dalle cose futili è obbligatorio,buttare almeno il 25% di quello che abbiamo accumulato anche.
    Oltre a tutto ciò inizia per tempo..un poco alla volta si fa meno fatica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *