Van Gogh Alive (The Experience) con i bambini

Questo bambinetto in foto con uno zainetto e l’inseparabile cagnolino è Edo, il mio piccoletto, incantato difronte alla cameretta di Van Gogh davanti a lui.

La cameretta è una stanza vera, allestita come il celebre quadro dell’artista ed Edo che l’ha già vista sui libri (Leggi il post sul libro qui: Giocare con l’arte: La cameretta di Van Gogh) e in foto è molto colpito dall’allestimento.

Van Gogh Alive, The experience si presta moltissimo ad essere vissuta dai bambini, dico “vissuta” e non vista perché è una mostra che si assapora, che si gusta, che si vive, in un crescendo di immagini e musica che cattura, i bambini più che i grandi.

Chi di noi ha già visto dal vivo le opere di Van Gogh non si lascia facilmente impressionare da questa Experience, ma i bambini decisamente si.

La prima sala introduce all’artista e ad alcune delle sue opere più famose.

La mostra vera e propria inizia nella seconda sala dove ci si ritrova circondati da pareti che si animano e che raccontano con immagini delle opere dell’artista, famose e meno famose, la sua vita artistica, corredate, questa è la cosa che mi è piaciuta di più dai scuoi scritti riportati su una parete, che accompagnano e spiegano sapientemente le opere e il vissuto dell’artista.

Nella mia testa avevo una idea nuova…
Questa volta è semplicemente la mia camera, soltanto che qui il colore deve essere tutto, donando con la semplicità uno stile grande alle cose.
Qui si deve alludere al riposo e al sonno in generale.
In una parola, guardare il dipinto dovrebbe far riposare il cervello o piuttosto l’immaginazione.

“Il visitatore – spiega Rob Kirk, curatore per GRANDE EXHIBITIONS – diventa così un tutt’uno con le 3.000 immagini che si animano e con le pareti, le colonne, i soffitti e i pavimenti che si muovono grazie all’innovativa tecnologia video. Si tratta di un sistema multimediale unico, sviluppato da Grande Exhibitions, che armonizza motion graphic multicanale, suono surround di qualità cinematografica, con oltre 40 proiettori ad alta definizione per fornire immagini dettagliate e particolari in primo piano.”

La musica è coinvolgente per grandi e piccini.

La vera magia è nella seconda sala, immensa… in cui si viene completamente sopraffatti da Van Gogh e dalle sue opere e dalle sue parole e dalla musica. La proiezione è la stessa, nella seconda sala e nella sala enorme, quindi scegliete dove mettervi comodi e gustatevi il tutto. Lasciate che Van Gogh Alive sia una Experience per i vostri sensi.

A me Van Gogh piace da sempre, piace tantissimo… mi piace il suo uso dei colori, la sua passione per il giallo, i contrasti di giallo e blu, la sua passione per i girasoli e le notti stellate…

Quanto è bello il giallo!
Rappresenta il sole

Il girasole mi appartiene,
in qualche modo…

Date e informazioni sulla mostra Van Gogh Alive a Roma

Fino al 23 aprile presso lo spazio del Palazzo degli Esami a Roma la grande mostra multimediale Van Gogh Alive – The Experience dedicata al grande pittore olandese che, con il suo stile unico e inconfondibile, ha gettato le basi dell’arte moderna.
Esplorerete la vita e le opere di Vincent van Gogh nel periodo che va dal 1880 fino al 1890. Interpreterete i pensieri e le emozioni nel suo vagare tra Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise, i luoghi dove creò molti dei suoi capolavori senza tempo.Osserverete le sue opere cogliendone i dettagli, studiandone il colore e la tecnica.

Faccio sempre ciò che non sono capace di fare,
così imparo come farlo

La mostra utilizza la tecnologia SENSORY4™, un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione, una grafica multi canale e un suono surround in grado di creare uno dei più coinvolgenti ambienti multi-screen al mondo. Grandi immagini, nitide e cristalline, così reali da desiderare di toccarle con mano, illuminano schermi e superfici che esaltano l’originalità dello spazio espositivo e si accompagnano a delle musiche di Vivaldi, Ledbury, Tobin, Lalo, Barber, Schubert, Satie, Godard, Bach, Chabrier, Satie, Saint-Saëns, Godard, Handel.

Van Gogh Alive con i bambini

Vi sto consigliando di andare a vedere Van Gogh Alive con i bambini?

Si, con i bambini e per i bambini si. Per loro vale la pena.

Per i grandi, si perché lo adoro, ma avrei fatto pagare meno il biglietto.

Info per visitare la mostra Van Gogh Alive, The Experience con i bambini

Dove: Palazzo degli Esami Via G. Induno 4, Roma
Biglietti: intero € 15 | ridotto 6-12, studenti, over 65 | disabili € 12
Bambini sotto i sei anni gratuito (accompagnati da un famigliare)
gruppi € 11, scuole € 7
Famiglia 2 adulti e 2 bambini / 1 adulto e 3 bambini € 44
Info: +39 06 892.101
info@vangoghroma.it

Giocare con l’arte con i bambini

Giocare con l’arte: La cameretta di Van Gogh

I bambini alla scoperta di Van Gogh
Giocare ai cubisti
Giocare con Arcimboldo
Giocare con Mirò: un foglio fatto di blu
Giocare con Mirò: la poesia delle piccole cose
Giocare con l’arte: Pablo Picasso
Giocare con Cezanne e la natura morta
La lotta – Dipingere Picasso senza saperlo
Alla scoperta di Mirò
Giocare con l’arte: gli stickers di Paul Klee
Giocare con l’arte: cercando la tigre
Giocare con l’arte: La tigre di Mirò, Picasso, Cezanne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *