Mi vorrai sempre bene, mamma?

Il nostro incontro con Mi vorrai sempre bene, mamma?

Mi sono imbattuta in questo libro in un momento in cui mi sembrava che i miei bambini avessero bisogno di rassicurazioni e l’ho preso senza esitare.

Loro erano in procinto di partire per le vacanze con il padre e io volevo che lo portassero con loro, per ricordarsi che anche quando erano lontani e si divertivano altrove, o io mi divertivo altrove, erano comunque nei miei pensieri e nel mio cuore.

Volevo che sapessero che il mio amore è incondizionato e che nulla può scalfirlo, nemmeno la discussione più antipatica o lo scontro più duro. Quello che davo per scontato era che i miei figli lo sapessero già, che sapessero che anche quando mi arrabbio li amo, che anche quando fanno qualcosa di cui non sono contenta, li amo.

Quando ho letto il libro con Edo mi ha impressionato la sua sorpresa davanti alla scena in cui la mamma e il bambino litigano. Edo era sinceramente sorpreso di scoprire che io lo amassi anche nel momento in cui litigavamo di brutto.

Ho capito una volta di più che i sentimenti e le emozioni vanno palesate, che i conflitti vanno risolti e se anche litighiamo, è molto importante tornare sui nostri passi e dire loro che si, ci siamo arrabbiate, abbiamo perso la pazienza, ma non ce l’abbiamo con loro e li amiamo, sempre.

Mi vorrai sempre bene, mamma?

Il piccolo Ettore è in procinto di mettersi a dormire, quando la mamma gli da un ultimo bacino e gli sussurra buonanotte. Ettore le rivolge una domanda: “Mi vorrai sempre bene mamma?”

La mamma inizia così il suo viaggio nella loro quotidianità raccontando scene di vita in cui ha modo di sperimentare il suo amore per il suo bambino. Le pagine presentano in parallelo scene di vita “positive” ovvero prive di conflitti e scene problematiche: Ti voglio bene quando fai a modo mio e quando fai a modo tuo.

Ti voglio bene quando riesci e quando non riesci.

Ti voglio bene quando sono nei tuoi pensieri e quando non ci sei affatto.

Ti voglio bene quando mi ascolti e quando sono io ad ascoltare te.

 

Ti voglio bene perché sei il mio bambino, anche se so che non mi appartieni.

Le mamme davvero voglio sempre bene?

L’amore di una madre è davvero incondizionato. Lo sa chi è madre e lo sa chi è figlia, abbastanza grande da averlo capito, che tua madre è la colonna portante della tua vita, quella che ti appoggia e ti sostiene incondizionatamente, quella che anche se non capisce subito le tue ragioni, sta dalla tua parte.

Mi vorrai sempre bene mamma è un libro che regalerei ai bambini perché hanno bisogno di sentirselo dire, ma anche alle mamme che spesso si sentono in colpa per gli errori che commettono e hanno bisogno di ricordarsi quanto in realtà siano speciali e immense nel loro ruolo di mamme.

Se il libro ti piace, puoi acquistarlo qui:

Dello stesso genere:

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *