Libri per neonati – leggere ai bambini nei primi anni di vita

Non è mai troppo presto per iniziare a leggere ai neonati, abituarli all’ascolto della voce della mamma che legge per loro è possibile già da appena nati, questo perché la voce della mamma è per loro già nota perché conosciuta nella pancia materna, e perché per loro quel suono è rassicurante e incantevole.

Quali libri per neonati?

Una volta una cara amica cui era appena nato il suo primo bimbo, mi ha chiesto consiglio su libri per neonati: io le ho detto che le avrei fornito una bibliografica per i primi mesi, ma che poteva leggere qualunque cosa al suo piccolino, anche la divina commedia e lui l’avrebbe ascoltata incantato.

Non se lo abbia fatto, ma son convinta che se ci provassimo scopriremmo che anche quella funziona, perché quello che conta per un neonato che non conosce il significato delle parole è solo il suono e la voce della mamma è in quel momento la più melodiosa e attraente del mondo.

Così la lettura con il proprio cucciolo appena nato può diventare un momento di intimità che si somma a tanti altri momenti di intimità, ma che serve a creare un rituale che si consoliderà nel tempo.

In realtà dovendo scegliere libri per neonati, proporrei libri musicali, magari poetici, in rima.

I libri per neonati da 6 a 9 mesi

La prima volta che ho comprato libri per Filippo, aveva 6 mesi. I suoi primi libri sono stati di stoffa: Bianco & nero & un po’ di rosso e poi colorati, rumorosi, maneggevoli, erano libri che avevano la caratteristica di poter essere facilmente manipolati dai bambini, realizzati con materiali sicuri in modo che potessero anche essere messi in bocca, perché il bambino a quell’età conosce gli oggetti portandoli alla bocca.

A quell’età il libro è un oggetto-gioco da sperimentare, muovere, assaggiare. Per la mia esperienza, ritengo molto importante questa fase perché permette al neonato di acquisire una familiarità con l’oggetto libro scoprendo come esso sia composto di pagine, che qualcuno può sfogliare per lui, ma che piano piano sfoglierà da solo.

In questa fase in cui non si legge, ma si conosce il libro, il neonato scopre l’attesa, la sorpresa, la conferma, che saranno emozioni ricorrenti nell’esperienza bambino-libro e durante tutta la sua vita. Imparerà insomma, che dietro ogni pagina c’è un mondo da scoprire e una nuove emozione da provare.

 

Libri per neonati da 6 a 9 mesi

Libri di stoffa artigianali by Le Carlotte

Primi libri per bambini nel primo anno di vita

Libri per neonati da 9 a 12 mesi, il libro diventa libro

Tra i 9 e i 12 mesi, il neonato inizia a capire che il libro non è un gioco come tutti gli altri, non è fatto per essere agitato o lanciato o assaggiato, ma piuttosto per essere sfogliato, aperto, osservato, letto.

I libri per neonati, in questa fase sono cartonati, con disegni semplici, con pochi dettagli, hanno finestrelle con cui il bambino può interagire o levette che muovo i personaggi e possono essere veicolo per arricchire il proprio vocabolario, ascoltando e memorizzando nuove paroline che poi diventeranno il dizionario della lingua parlata quando il piccolo sarà pronto a parlare.

Molto utili in questa fase anche i libri sonori.

Libri per neonati

Acquista su Amazon.it

Libri per neonati che crescono… da 12 a 24 mesi

Dai 12 ai 18 mesi si inizia a leggere

Dopo l’anno di età l’attenzione dei bambini e la capacità di concentrarsi per qualche minuto su un oggetto, fa si che la lettura diventi possibile. Parliamo ovviamente di libri con frasi brevi, magari con protagonisti animali che i bambini adorano sin da piccolissimi, preferibilmente in rima perché la musicalità delle rime aiuta la concentrazione e rende più piacevole l’ascolto da parte del piccolo.

I primi libri da leggere nel primo anno di vita

Acquista su Amazon.it

Dai 18 ai 24 mesi si legge, ma come dicono loro

Del periodo dai 18 ai 24 mesi, ricordo la vivacità con cui i miei bambini cambiavano libro: tiravano fuori dalla cesta dei libri, uno dopo l’altro tutti i loro libri, li sfogliavano velocemente, saltando le pagine e ripetendo qualche parola che ricordavano o credevano di ricorda. Qualche volta mi chiedevano di leggere, ma non mi permettevano di andare in ordine, saltavano alla pagina che volevano loro, cambiavano pagina prima che io potessi finire la fase. Poco importava che non avessi finito, bisognava cambiare perché si aveva già sete di altro.

Io li ho sempre assecondati, l’unico momento in cui già dai 18 mesi, ho provato a condizionarli è stato quello della lettura della buonanotte: li facevo sedere in braccio a me sul mio letto, e sceglievo una storia breve, ma cercando di imporre che si riuscisse a leggerla dall’inizio alla fine, questo perché volevo che il suono rilassante della mia voce, li aiutasse a lasciarsi andare al momento della nanna. E direi che ha funzionato, visto che da allora, non abbiamo mai smesso.

Libri per iniziare a leggere ai bambini

Dai 24 mesi, finalmente gli albi illustrati

Lo so che potrei essere presa per pazza per questo salto verso gli albi illustrati, ma io davvero li ho proposti ai miei bambini già dai 24 mesi: a 2 anni infatti i miei bambini erano abituati ad osservare le illustrazioni di libri preziosi (Il primo albo illustrato, Vorrei Avere dei Topipittori, era arrivato quando Filippo aveva 18 mesi) e a soffermarci ad inventare una nostra interpretazione delle illustrazione che amavamo di più.

Così a 24 mesi io leggevo loro albi illustrati poetici come La grande fabbrica delle parole o Il ballerino del silenzio, ma anche libri semplici eppure preziosi come i libri di Leo Lionni o alcuni racconti di Rodari.

Leggere libri ai bambini di 2 anni

Questa è la nostra storia, il nostro percorso. Vi va di raccontarmi il vostro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *