E’ in arrivo una scatola gialla…

scatola gialla

All’aeroporto arriva una enorme scatola gialla. Ora la scatola gialla viene caricata su una nave. E’ talmente grande che il comandante pensa ci sia dentro un elefante, ma accidentalmente durante il viaggio la scatola gialla si rompe e dentro, c’è un’altra scatola gialla.

Il macchinista che la sbarca dalla nave per caricarla sul treno, pensa ci sia dentro un rinoceronte, ma quando durante il viaggio la scatola si spacca, ecco che con sorpresa si scopre che dentro c’è un’altra scatola gialla.

L’autista che la prende in consegna per caricarla sul suo autobus, pensa ci sia dentro un leone, ma… quando durante il viaggio la scatola gialla si rompe di nuovo, scopriamo che dentro c’è ancora una scatola gialla.

E così di scatola gialla in scatola gialla, una dentro l’altra, da mezzo di trasporto a mezzo di trasporto, passando dall’autobus alla bicicletta fino a casa di una bimba che finalmente la riceve dal postino e ce ne svela il contenuto….

scatola gialla sinnos

scatola gialla sinnos 2

scatola gialla sinnos 4

Pronti per scoprirlo?

La scatola gialla contiene un fischietto.

Un fischietto? Soltanto?

Ebbene no. E proprio quando pensiamo che la sorpresa sia svelata, scopriamo che il bello deve ancora venire: la bambina fischia e…. ad un tratto vede arrivare…

Un elefante e un rinoceronte e un leone e un gattino…

La suspense che si crea pagina dopo pagina, alla fine esplode in allegria.

Infondo le componenti perché il libro piaccia ai bambini ci sono tutte:

  • sorpresa
  • suspence
  • un formato 30×16 davvero intrigante
  • pochi colori essenziali (e il less is more funziona anche nei libri per bambini): uno sfondo verdino e disegni su quattro colori: verde, blu, giallo e bianco
  • animali e non solo quelli che compaiono alla fine, tutto il libro è disseminato di animaletti nascosti da scovare tra le pagine
  • mezzi di trasporto (navi, velieri, gru meccaniche…)
  • mestieri (pilota, comandante, macchinista, autista, postino)

Per non parlare poi degli spunti che offre per attività creative, come la costruzione e il riempimento della scatola gialla con il materiale a fine libro, ma anche laboratori come quello cui abbiamo partecipato a Più Libri Più Liberi in cui i bambini a turno si nascondevano in una scatola gialla per poi uscire fuori e imitare un animale che il gruppo doveva indovinare.

Insomma un libro di quelli che mette in moto il cervello, bello, simpatico, divertente e intelligente. Il che non guasta mai!

Una scatola gialla di Pieter Gaudesaboos fa parte della collana I tradotti di Sinnos.

Buon divertimento!

Se vi piace, lo trovate qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *