Regala un libro per Natale com’è andata…

Natale è passato e anche il tempo di Regala un libro per Natale è passato, i libri sono arrivati tutti, tranne un paio, ma io confido che arriveranno… e allora io e Floriana siamo qui per fare un bilancio di questa splendida avventura e abbiamo deciso di farlo simpaticamente con una intervista doppia.
Regala libro per natale banner

 

Perché avete deciso di organizzare questa iniziativa? 
IO– Regala un libro per Natale nasce sulla scia di Regala un libro per le vacanze, organizzato questa estate, l’idea di fondo è quella di scambiarsi un dono per i nostri figli e quale dono più speciale di un libro per stupire, conquistare, appassionare un bambino?
Organizzando Regala un libro per Natale speravo di coinvolgere tante mamme, partecipanti e spettatrici, allo scopo di far passare il messaggio che un libro è un regalo bellissimo da fare ad un bambino, per qualsiasi occasione, Natale, come il compleanno.
Volevo che si sentisse forte e chiaro che i bambini posso essere felici ed entusiasmarsi scartando un libro come e più che scartando un regalo brandizzato ed iperpubblicizzato. E se per noi mamme appassionate di libri per bambini e per i nostri figli, leggerne, comprarne, riceverne può essere quasi normale, per molte mamme e bambini può non essere così, e allora Regala un libro per Natale serve anche a far vivere una bellissima esperienza ad un’altra mamma e un altro bambino: a portarli in una libreria per bambini, a “costringerli” a sfogliare libri nuovi, generi diversi da quelli cui sono abituati, a mettersi in gioco per scegliere qualcosa per il figlio di qualcun altro, un’amica conosciuta via web o una mamma sconosciuta, ma che chissà può anche diventare una nuova amica.
Regala un libro per Natale è una iniziativa nata in nome dell’amore per i bambini e per i libri per bambini, sperando di creare nuove catene di amicizia sul web, cosa in cui io, ancora credo.
FLORIANA– L’idea è stata di Federica che ha organizzato il primo appuntamento Regala un libro per le vacanze, in estate. Io amando leggere ad alta voce per mio figlio e considerando il dono di un libro un’esperienza speciale, ho aderito all’iniziativa ed al termine, ho chiesto a Federica di poter partecipare all’organizzazione di un secondo appuntamento; lei ha gentilmente acconsentito. L’idea mi ha entusiasmato perché per me  il dono di un libro “è per sempre”. Un libro è un oggetto duraturo e pensare che a distanza di anni, si possa ricordare l’emozione di aver ricevuto un libro in regalo da qualcuno che non si conosce, ma che ha condiviso il nostro stesso amore per la lettura, è  molto romantico e sdolcinato, ma mi piace tantissimo.

Cosa significa per voi leggere ai vostri bambini? 

IO– Leggere ai miei figli vuol dire amarli. Io li amo attraverso i libri che scelgo per loro, li amo quando cambio tono di voce per appassionarli a quello che sto leggendo, li amo quando mi siedo sul loro letto o mi sdraio accanto a loro e li accompagno nel mondo magico in cui il libro vuole condurre e in cui loro amano essere condotti. AmoLeggerti nasce da questo.
FLORIANA– Leggere al mio bambino significa creare con lui un rapporto intenso e unico, entrare in empatia con lui. Quando leggiamo un libro abbiamo dei riti che si ripetono: lo prendo in braccio o mi sdraio con lui, modulo la voce a seconda dei personaggi del libro, sbaglio a leggere alcuni passaggi che lui conosce a memoria per poi scoppiare a ridere e correggermi. Piccoli momenti quotidiani di serenità e felicità che contribuiscono a rendere il nostro rapporto speciale.

Siete soddisfatte dell’esito?

IO– Io sono felicissima. Sono contenta di aver letto i post delle partecipanti, ho letto entusiasmo, gioia, ho letto di mamme eccitate quanto i loro figli, ho letto di mamme che hanno passato momenti meravigliosi con il loro figlio per scegliere il libro da donare, momenti che li hanno avvicinati, che li hanno aiutati a conoscersi meglio, ho letto che una delle partecipanti era una maestra, Laura, che ha ottenuto un libro per la sua classe, (che Dio benedica maestre così!) e che con i suoi alunni ha preparato questo bellissimo capolavoro
ReGALA UN LIBRO PER NATALE
che poi Francesca ha portato a scuola di suo figlio dove ha letto il libro di Elmer con condiviso con i bambini l’esperienza di Regala un libro per Natale… Non perdetevi il suo racconto!
E ho letto parole come quelle di Emma, che mi hanno emozionato, che riassumono il senso di tutto quello che forse non so dire…

Scambiare è di per sé un verbo incantevole. Significa donarsi l’un altro, con le mani aperte e portatrici di gesti d’affetto, senza timore di slealtà o falsità. Ma significa anche prendere il posto l’uno dell’altro, fondere due identità, diventare chi si ha di fronte, che pure evoca qualcosa di magico, l’annullamento delle differenze e l’accettazione senza remore e pregiudizi di chiunque. Immaginate ora scambiare un libro. Un libro che è una porta su mille orizzonti, tempi, storie, luoghi, individui, situazioni; un libro che è sinonimo di menti che viaggiano e conoscono e imparano.Infine, provate ad aggiungere due bambini: le creature migliori di questo mondo, il candore delle intelligenze pure, non viziate, non ancora inquinate, disposte ad ascoltare, accettare, imparare tutto. Ecco, noi abbiamo disperatamente bisogno di tutto questo, ora. Di bambini che leggono: che si meravigliano, si stupiscono, incantano. Di adulti che scambieranno i loro sorrisi aperti, maturi e consapevoli. Tutto questo è stato “Regala un libro per Natale”.

FLORIANA–  Molto soddisfatta! 40 partecipanti sono davvero un ottimo numero e leggendo i loro post carichi di entusiasmo e passione per i libri, non posso che essere felice. Ha aderito all’iniziativa anche un’intera classe di bambini che ha accompagnato il libro scelto con bellissimo biglietto realizzato a più mani, come non essere soddisfatta?

Lo rifareste?
IO– Lo rifarei altre mille volte, anzi lo rifarò! Quindi tenetevi pronte!
FLORIANA–  Si lo rifarei sicuramente. Iniziative come queste offrono l’occasione di conoscere nuovi blog e soprattutto nuove blogger che amano i libri e la lettura per bambini.

 

C’è qualcosa che migliorereste?
IO–  Sono oltre 40 le persone che hanno partecipato a Regala un libro per Natale e nell’organizzazione di una cosa così grande e nel coordinamento di tante mamme qualcosa si sbaglia sempre e qualcosa può sempre essere migliorato. Io mi scuso ancora adesso con una persona che ho dimenticato per strada.
FLORIANA–  Indubbiamente si. Anche se Federica ed io abbiamo cercato di fare del nostro meglio, c’è stato qualcosa nella coordinazione delle partecipanti che va migliorato, in modo da rispondere adeguatamente a tutte le mamme che hanno aderito con grande entusiasmo e disponibilità.

 

Dite una cosa alla vostra “collega” blogger per ringraziarla di aver partecipato all’organizzazione di questa iniziativa!
FLORIANA– Federica ti ringrazio enormemente per avermi permesso di partecipare all’organizzazione di questo bellissimo evento, per la tua impeccabile organizzazione e coordinazione senza la quale tutto questo non sarebbe stato possibile!
IO–  Floriana, ti ringrazio tantissimo di aver organizzato insieme a me questo bellissimo evento, è stato divertentissimo anche se pesante sorteggiare gli accoppiamenti in diretta via chat, che sceme, eh!?! Grazie tantissimo per il tuo banner è meraviglioso e resterà il simbolo di questa iniziativa negli anni a venire!
E una cosa la voglio dire a tutte le partecipanti: GRAZIE! Grazie di aver partecipato, di esser state così precise, gentili, pazienti e disponibili, senza tutto questo Regala un libro per Natale non sarebbe mai riuscita.

 

Vi ringrazio tutte e vi cito tutte perché chiunque possa leggere dalle vostre parole cosa è stato Regala un libro per Natale
Daria ed Emma  sul blog Gocce d’Aria
Sara sul blog StelleGemelle
Micaela sul blog Le M Cronache
Sara e Cristina sul blog Bietolina e il nido di Ale
Silvestra  sul blog Sorbera Silvestra
Mamma Avvocato sul blog Mamma Avvocato
Adriana  sul blog Ricomincio da quattro
Valentina Cavalli  sul blog Riciclattoli
Serena  sul blog Idea Mamma
Imma sul blog Ranocchio Monello
Erika  sul blog Tazze Spaiate
Stefania  sul blog Mamma Orsa Curiosona
Maddalena  sul blog Il Mezzo Mondo di Uescivà
Francesca Calisti  sul blog Ma che hai messo su il caffè?
Deborah Ceo sul blog Murasaki No Nikki
Elisa Tinella sul blog Un’altra cosa bella
Elisa Chiaromonte sul blog Bottega di Beger
Erica  sul blog Semplicemente Oggi
Francesca Tamberlani  sul blog MilkBook
Lucia  sul blog Malanotteno
Sabina  sul blog Io con mio figlio
Grazia sul blog ToWriteDown
Laura sul blog La coperta Azzurra
Francesca sul blog Gina Barilla
Grazie Fiorella sul blog di MammaAvvocato
KeAle e KeEle sul blog Kemate
Lidia  su Italiano a mano a mano

 

Ah, quasi dimenticavo…  noi abbiamo partecipato con Elisa e Sabina.
Elisa ha ricevuto per i suoi cuccioli Ma dove corrono tutti? da Babalibri e Il mondo di Oliva di Edizioni Corsare, mentre per Sabina e il suo ometto abbiamo scelto Come un pesce nel diluvio di Sinnos Editrice.
In cambio abbiamo ricevuto tre meravigliosi capolavori:
“Animali Nascosti di Fatatrac”, “Bisognerà” e “Fu’ad e Jamila” di Lapis Edizioni di cui vi racconterò prestissimo!
Regala un libro per Natale
Grazie ancora a tutte per la splendida partecipazione! E alla prossima… perché ve lo dico, le iscrizioni son già aperte per la prossima volta! 😉

22 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *