Mamma che #mammacheblog!

IL MIO PRIMO MAMMACHEBLOG – Finalmente quest’anno sono stata al mammacheblog, l’appuntamento annuale di Fattore Mamma con le blogger, un momento di incontro, confronto, crescita sotto tanti punti di vista. Finalmente ho deciso di uscire allo scoperto e di mostrarmi, io che non lo faccio quasi mai, perché avevo il desiderio di presentarmi alle persone cui in qualche modo mi sento legata da profondo affetto, pur conoscendole solo attraverso lo schermo.

mammacheblog

LE ASPETTATIVE PRE-MAMMACHEBLOG – Guardando da lontano il mammacheblog, ho sempre pensato che fosse una occasione unica per incontrare tante mamme blogger, dare un volto a persone che segui da tempo, conoscere e farti conoscere.

Ho deciso di andare perché avevo tante persone da incontrare, anche se non ero affatto sicura che mi sarei presentata, schiva e insicura come sono. Volevo imparare cose nuove e lasciarmi emozionare dalle persone e dall’energia che anche da lontano si percepiva ci fosse.

L’ARRIVO AL MAMMACHEBLOG – Sono arrivata al mammacheblog sentendomi quasi un brutto anatroccolo, avevo sete di abbracci, volevo conoscere, ma non sapevo se le altre fossero interessate a conoscere me, mi immaginavo un puntino tra mille altri.

Quando sono arrivata e mi son guardata intorno ho capito di essere un puntino tra 1 milione di altri, ho capito che il mondo delle mamme blogger è esploso, che non basta dire che son tante, tantissime, perché son molte, molte di più!

E la percezione che pur passando tanto tempo in rete, me ne fossero sfuggite così tante, da un lato mi ha consolato perché ho pensato di essere diventata brava a filtrare, dall’altro mi ha un attimo scoraggiata perché ho pensato Cos’è che mi rende unica? Perché io?  (cit. Luigi Centenaro)

LE COSE BELLE DEL MAMMACHEBLOG – Poi è successo che ho iniziato ad abbracciare persone e mi son resa conto che l’affetto che senti attraverso lo schermo è vero, che semmai ne avessi avuto il dubbio, il mondo è bello proprio perché vario e multicolore ed è bellissimo confrontarsi e aprirsi a ciò che è diverso e che non si conosce.

Ho seguito corsi e ascoltato interventi che mi hanno detto cose, che un po’ sapevo, un po’ no, ma che le hanno dette in un modo che lascia il segno perché se sei pronta ad ascoltare, gli altri ti arricchiscono sempre.

Ho scoperto che al mammacheblog si impara tantissimo, si impara alle lezioni, si impara ascoltando interventi su argomenti che apparentemente non ti interessano e che invece ti smuovono dentro emozioni e riflessioni, si impara sedute sul prato mentre si pranza insieme.

LE RISATE AL MAMMACHEBLOG – E al mammacheblog si ride tantissimo: sorridi quando capisci di avere davanti la persona che tanto volevi incontrare, sorridi quando qualcuno ti viene incontro perché cercava proprio te, sorridi perché è bello quando le donne si trovano insieme, sentono empatia e si lasciano andare mostrando il loro lato bambino, e scherzando e ridendo fanno un sacco di stupidate. E cosa c’è di più bello che mettersi a nudo con una risata? E’ stato bello vivere alcune carissime blogger in questo modo e scoprirne altre con cui non sapevo, non immaginavo di avere una empatia.

E al mammacheblog ridi perché c’è gente bella, ma anche perché c’è un’organizzazione fantastica fatta da un team che lavora divertendosi, cosa che da lavoratrice dipendente, quale sono, noto con invidia e ammirazione, perché mi rendo conto che la chiave di un progetto di successo è proprio questa: il coinvolgimento delle persone, dipendenti che sentono di essere parte del progetto e si impegnano tantissimo, con il sorriso.

COSA PORTO A CASA DAL MAMMACHEBLOG – mi porto a casa tanti splendidi sorrisi e abbracci nuovi, tante riconferme, alcune scoperte e qualche piccola delusione, ma che ci sta e che nel bilancio totale, conta pochissimo. Mi porto a casa tante riflessioni che probabilmente nei prossimi giorni in qualche modo verranno fuori nei miei post. Mi porto a casa nuova energia, tante tante riflessioni nuove e tantissimi consigli utili per migliorare il mio blog e la mia attività di blogger, ma anche tante conferme, che sono una grande gioia.

IL GIORNO DOPO IL MAMMACHEBLOG – Oggi mi sento come se fossi tornata da una vacanza di un mese: riposata, appagata, felice, ancora elettrizzata per i sorrisi, gli abbracci, l’energia, le risate, carica per quello che sarà da domani in poi, piena di voglia di fare, ma piano piano… perché voglio godermi questo momento, queste sensazioni. Il sipario è calato, ma io col cuore sono ancora li, lasciatemi li qualche altra ora, poi torno.

RINGRAZIAMENTI – Ringrazio Jolanda, Paolo e le ragazze di Fattore Mamma tutte per l’incredibile lavoro, Barbara che è bravissima e troppo carina, che non si risparmia mai, Nestore per aver avuto pazienza mentre Barbara faceva tardi con me.

Ringrazio le amiche romane che hanno reso bellissimo sia il viaggio di andata che quello di ritorno.

Ringrazio tutte le amiche incontrate al mammacheblog che non nomino perché ho paura di dimenticarne qualcuna: grazie a quelle con cui ho passato tempo e a quelle con cui c’è stato poco più che un abbraccio: è stato bello vedervi tutte!!

Grazie! E al prossimo mammacheblog!!!

Tags

24 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *